fbpx

Haney domina ai punti Gamboa e si conferma campione WBC. Adesso Lopez?

Il 17 ottobre con la vittoria di Teofimo Lopez contro Vasyl Lomachenko, si è ufficialmente aperto il mese che ha visto coinvolti i campioni dei pesi leggeri. Dopo la straordinaria e inaspettata vittoria di Lopez, che si è laureato campione WBO, WBA “super” e IBF, lo scorso weekend si è riconfermato campione WBA regular Gervonta Davis che ha vinto per KO alla sesta ripresa contro Leo Santa Cruz.

Dopo queste due ottime prestazioni, non poteva mancare la risposta del campione WBC in carica Devin Haney. Il campione statunitense è stato chiamato all’ottima sfida con il cubano Yuriorkis Gamboa. Il nuovo protetto di Floyd Mayweather, che lo ha allenato negli scorsi mesi, non ha deluso le aspettative, infatti ha condotto un match tatticamente perfetto, facendo sfoggio di un’ottima velocità e di un’impeccabile difesa.

Haney ha dominato il match con una facilità e una maturità da campione consumato. Lo statunitense ha gestito il match con un eccellente jab sinistro e ha punito duramente ogni iniziativa di Gamboa con combinazioni precise e rapide. Infatti i giudici assegnano all’unanimità la vittoria al pugile statunitense, i cartellini recitano: 118-109, 120-107, 120-107.

Il match inizia con una prima ripresa di studio, Haney resta distante dal pugile cubano utilizzando un ottimo jab sinistro. Gamboa fatica moltissimo a trovare la distanza corretta per attaccare, quindi durante il secondo round il campione WBC domina con il suo sinistro, scagliando un ottimo gancio di incrocio.

Nella terza frazione, Haney molto concentrato continua a controllare i rari tentativi offensivi di Gamboa, colpendo con un’impressionante velocità di braccia e utilizzando dei colpi molto veloci ma poco caricati. Il match si accende nella quarta ripresa, il pugile cubano fatica a trovare il bersaglio e la distanza venendo regolarmente incrociato da una combinazione di sinistro e destro molto pericolose.

Nel quinto round Gamboa prova a reagire trovando qualche buon colpo e il modo di avvicinarsi al suo avversario, tuttavia viene spesso incrociato dal sinistro preciso di Haney. Il campione gestisce anche la sesta ripresa, nonostante il contendente cubano provi ad accorciare la distanza.

Durante la settima frazione Haney trova degli ottimi spazi, colpendo duro e in velocità. Il suo avversario non si scompone, ma il campione WBC gestisce il match con notevole facilità. Nell’ottavo round il pugile statunitense scaglia degli ottimi colpi che mettono in seria difficoltà Gamboa, che prova a legare e a muoversi, ma viene sempre raggiunto dai colpi del suo rivale.

Nella nona ripresa continua il copione scritto da Devin Haney: il suo lavoro difensivo non lascia spazio al suo avversario, anzi quest’ultimo nel tentativo di attaccarlo viene regolarmente colpito dal suo diretto sinistro. Nel decimo round Gamboa ancora in chiara difficoltà nel trovare spazio e la giusta manovra offensiva, subisce i colpi precisi del campione statunitense.

Nell’undicesima frazione un punto di penalità per il pugile cubano, che dopo le continue raccomandazioni dell’arbitro, viene sanzionato per delle eccessive trattenute durante un corpo a corpo. Infuocata ultima ripresa dove Gamboa prova a scambiare alla corta distanza, ma viene raggiunto da moltissimi colpi da parte di Haney, molto veloci e devastanti.

Un match impeccabile da parte di Haney, che si candida prepotentemente al ruolo di aspirante campione unificato della categoria. Subito dopo il match “The Dream” ha parlato del suo possibile incontro contro Lopez. “Penso che sarà una sfida enorme. Questa è un match che mi piacerebbe. Avrebbe, sai, tutto il senso del mondo. E sarebbe per il titolo di campione indiscusso dei pesi leggeri, con tutte le cinture in palio”.

Tuttavia prima di un’ipotetica riunificazione dei titoli dei leggeri, Haney potrebbe affrontare prima il vincitore della sfida tra Ryan Garcia e Luke Campbell, che avverrà il 5 dicembre e sarà valevole per il  WBC “ad interim” di categoria, dunque decreterà lo sfidante ufficiale al mondiale. Quindi se Haney non si troverà un accordo con Lopez entro la prima parte del 2021, dovrà sicuramente assolvere l’obbligo delle difesa ufficiale.

 

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X