fbpx

Devin Haney vs George Kambosos il 5 giugno per unificare i pesi leggeri

Devin Haney, secondo il famoso portale americano Boxingscene, ha accettato di sfidare George Kambosos Jr il 5 giugno al Marvel Stadium di Merbourne in Australia.

Il match, che sarà tramesso da ESPN, potrebbe eleggere il campione indiscusso dei pesi leggeri, visto che ci saranno in palio tutte le cinture. All’interno dell’accordo è stata già inserita un eventuale rivincita che si disputerebbe sempre in Australia.

Bob Arum, che gestisce il fighter australiano, ha già organizzato per il vincitore una sfida con Vasyl Lomachenko, che sarà quindi spettatore interessato. Se dovesse vincere Haney, bisognerà capire se rimarrà nei pesi leggeri, infatti da moltissimo tempo lo statunitense medita di salire di categoria.

Il match sarà annunciato nel corso della settimana, anche se sono stati già firmati i contratti. La firma arriva dopo settimane turbolente per Haney, che era molto indeciso se accettare la sfida di riunificazione o aspettare la superstar ucraina, che sembrava designato ad essere lo sfidante dell’australiano. Lomachenko ha rinunciato alla grande chance per rientrare in patria a sostegno della resistenza all’invasione russa.

Per Devin Haney questa sarà la quinta difesa del titolo. Il talento statunitense ha conquistato il titolo WBC nel 2019, battendo ai punti Alfredo Santiago. Poi le vittorie prestigiose con Gamboa e Jorge Linares che hanno permesso ad Haney di acquisire i primi posti nella categoria.

Quando l’ucraino si è tirato indietro, il talento statunitense ha accettato le stesse condizioni economiche che aveva già accettato Lomachenko per eleggere il nuovo campione indiscusso dei pesi leggeri.

George Kambosos, laureatosi campione IBF, WBA e WBO dei pesi leggeri il 27 novembre 2021 contro Teofimo Lopez, difenderà per la prima volta i titoli. Il governo australiano, a difesa del suo nuovo pupillo nazionale, si è reso garante per il sostegno economico dell’organizzatore del match. Lou Di Bella e Bob Arum si sono fatti garanti per assicurare la difesa e l’eventuale rivincita sul suolo australiano.

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X