fbpx

Derevyanchenko batte Culcay, ora il mondiale

Condividi su:
  •  
  •  
  •  

Sabato sera a Minneapolis Sergiy Derevyanchenko (13-1, 10 KO) ha ottenuto un’ottima vittoria per decisione unanime su Jack Culcay (25-4, 13 KO), match valevole come eliminatoria IBF per il titolo mondiale dei pesi medi, titolo che verrà difeso da Daniel Jacobs il 4 maggio contro Canelo Alvarez.

All’inizio del match Culcay cercava di non dare punti di riferimento al suo avversario, muovendosi molto e concentrandosi su pochi colpi. Mentre Derevyanchenko inseguiva e braccava il suo avversario, portando moltissimi colpi e gestendo il centro del ring. Dopo le prime riprese per prendere le misure, nel quarto round Derevyanchenko ha iniziato ad assumere il controllo del match usando combinazioni  potenti per fiaccare il movimento di Culcay. L’ucraino con il passare dei round guadava più sicurezza e più controllo, tuttavia il suo opponente nella fase conclusiva dell’incontro è riuscito ad aumentare il ritmo regalando un sussulto finale ai molti spettatori presenti. Al termine della dodicesima ripresa i cartellini recitavano 116-112, 116-112 e 115-113.

Derevyanchenko ha dichiarato nel post match: “Sapevo che si sarebbe mosso molto. Ci siamo preparati perché sapevamo che tipo di combattente era. La mia strategia era incentrato sull’inseguirlo e colpi potenti per fiaccare le sue resistenze. La mia tattica era focalizzata sull’uso del mio jab e controllare la distanza, perché avevo il vantaggio di altezza. Volevo fare pressione al momento giusto e lottare in modo intelligente. Adesso voglio i grandi combattimenti. Sono pronto per tutti i campioni, non farò marcia indietro davanti a nessuno”.

Culcay preso dallo sconforto e la rabbia per il risultato, cosi al termine del match ha dichiarato:“Pensavo di aver vinto la lotta. L’incontro era equilibrato, ma pensavo di essere riuscito a dominare qualche round in più, gli ho fatto sentire la mia potenza al decimo round, è un buon combattente ma ero vicino a mandarlo al tappeto, ma i giudici hanno visto diversamente da me”.

Supportaci :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X