fbpx

Deontay Wilder vs Tyson Fury 2: quale sarà l’undercard?

Meno di quattro settimane e l’attesa rivincita tra il campione WBC dei pesi massimi, il “Bronze Bomber” di Tuscaloosa Deontay Wilder e il suo istrionico sfidante britannico, il “Gipsy King” di Manchester Tyson Fury andrà finalmente in scena.

Sul ring del MGM Grand di Las Vegas, dopo il loro controverso pareggio dell’1 dicembre 2018 allo Staples Center di Los Angeles e quasi quindici mesi da allora, fatti di botte e riposte, sono previsti fuochi d’artificio. Entrambi i pugili promettono spettacolo così come le loro promozioni, che sinergicamente stanno mettendo su un grande evento, che andrà in diretta pay-per-view sia su USA FOX Sports 1 che su USA ESPN+, dalle probabilissime cifre da capogiro.

Se il clou della serata è così bollente, anche il resto degli incontri a far da cornice e da supporto ovviamente non potranno che essere altrettanto forti e d’impatto, quanto meno sulla carta. Certo il mainevent è già di per sè abbastanza enorme da attirare moltissimi fan, ma altre tre sfide di tutto rispetto aggiunte all’undercard e che andranno anch’esse in PPV, certamente non potranno che giovare all’intera organizzazione.

Salirà sul ring, dopo il suo ultimo incontro vittorioso di dicembre in cui ha spedito al tappeto Francisco Horta in quattro round, il Vaquero messicano, Emanuel Navarrete: il campione WBO dei supergallo, che ha conquistato il suo titolo a dicembre 2018 contro Isaac Dogboe, metterà in atto la quinta difesa della cintura contro il filippino Jeo Tupas Santisima.

Altra sfida interessante, sempre appunto in PPV, sarà quella del “Prince Charles” di Saint Louis, l’ex detentore del titolo IBF dei pesi massimi (strappatogli poi da Anthony Joshua nel 2016), Charles Martin che andrà ad affrontare “El Gallo Negro” californiano Gerald Washington, già sfidante al titolo mondiale WBC nel 2017 contro Deontay Wilder, e che porterà il vincitore a candidarsi come prossimo aspirante al titolo IBF di categoria poichè l’incontro sarà valevole come eliminatoria di tale ente di sigla.

Terzo match che pare esser confermato è quello dell’interessante giovane prospect dei superwelter Sebastian Fundora: il 22enne “Towering Inferno” statunitense affronterà l’imbattuto australiano Daniel Lewis. Il resto della card è ancora in via di definizione, tuttavia si parla di altri sei incontri oltre questi che andranno in onda nella parte preliminare della serata.

Una delle altre sfide di cui si parla è quella valevole da eliminatoria per il titolo IBF dei pesi welter tra il “Punisher” uzbeko Kudratillo Abdukakhorov e il “Samurai” kakako Sergey Lipinets, rispettivamente primo e terzo del ranking. Potrebbe tornare sul ring per la seconda volta, dopo il triste e inatteso epilogo del suo match dello scorso luglio che ha portato alla morte del superleggero russo Maxim “Mad Max” Dadashev, anche il Browny di Fajardo, Subriel Mathias. Qualcuno poi mantiene ancora in piedi l’idea di rivedere all’opera, dopo le vicissitudini legate alla questione del doping, anche Jarrell “Big Baby” Miller.

Condividi su:
  • 97
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X