fbpx

De La Hoya “Tornerò contro il migliore!”. Mannix: “Abbiamo bisogno di vederlo fare a pezzi?”

Lo aveva annunciato già lo scorso luglio; adesso è tornato a ribadirlo con ancora più fermezza: il “Golden Boy” Oscar De La Hoya è intenzionato a rimettere i guantoni e salire nuovamente sul ring. Il “ragazzo d’oro” non è più un ragazzo, le primavere sono ormai quarantasette sulla sua carta d’identità, attulmente è uno dei promoter più importanti al mondo, il suo ultimo incontro è datato 6 dicembre 2008, eppure l’ex campione del mondo in sei categorie di peso (superpiuma, leggeri, superleggeri, welter, superweltr e medi) e Hall of Famer è convinto di poter tornare a competere, di riuscire a riprendere da dove aveva lasciato, ossia dai massimi livelli.

“Sto davvero predendo in considerazione la possibilità di un mio ritorno. Mi sto allenando. Mi sento davvero incredibile. Mi sento alla grande. Mi avete sempre visto combattere contro i migliori, e perché no? Se dovessi riuscire a tornare nel primo trimestre del prossimo anno (a proposito nel frattempo ho buttato giù 20 libbre!), sarà contro il migliore che ci sia, come sempre. George Foreman ci è riuscito, e io penso di poterci riuscire a mia volta…”, ha dichiarato di recente durante una live su Instagram. “Non eviterei nessun combattimento a differenza di quanto facciano i pugili di oggi che evitano tutto. Rendono i match impossibili perché chiedono cifre fuori mercato. È un grosso problema. Mi sento come se valessi un milione, un milioni di dollari! È pazzesco”.

Non tutti però credono alle sue parole. Il famoso giornalista americano Chris Mannix infatti, durante un episodio di “Jabs” su DAZN, ha criticato De La Hoya dichiarando che secondo lui non riuscirà ad andare oltre gli allenamenti:Non la bevo. Deve ancora passare attraverso lo sparring nuovamente, per la prima volta in dodici anni. Non credo che andrà così bene per lui. Penso che si renderà conto che i suoi riflessi sono molto più lenti di una volta, e penso che la sua capacità di incassare un pugno non sarà così forte come una volta. Si tirerà indietro. Non credo che andrà fino in fondo. Inoltre, l’idea che torni contro un ragazzo di alto livello è folle. Abbiamo davvero bisogno di vedere Jermell Charlo farlo a pezzi? Abbiamo bisogno di vedere uno dei migliori ragazzi come Gennadiy Golovkin o Canelo Alvarez lasciarlo a terra senza sensi? No, non abbiamo bisogno di vederlo!”.

De La Hoya: “Io contro Canelo? É un’idea pazza ma non poi così pazza”

Condividi su:
  • 265
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X