fbpx

De La Hoya: “Ryan tra i leoni? Sì, Linares lo porterebbe al livello successivo”

Oscar De La Hoya precisa la sua posizione riguardo Ryan Garcia.

Prima che la pandemia da coronavirus scoppiasse, i piani della Golden Boy Promotions erano quelli di portare in scena a luglio un incontro tra il giovane prospect dei leggeri in ascesa e l’ex campione Jorge Linares, che avrebbe finalmente concesso a Ryan di testarsi in una sfida più probante rispetto a quelle combattute fino ad ora.

Il lockdown e le restrizioni legate all’emergenza sanitaria, hanno però fatto sì che l’ente promozionale rivedesse i propri programmi e iniziasse a fare i conti con le proprie tasche. Così ha iniziato a rinegoziare con i propri pugili pur di permettergli di ripartire. Tuttavia una richiesta che non è stata accolta dal 21enne californiano e che ha portato De La Hoya alla scelta di escluderlo dall’evento del prossimo mese dando spazio ad un altro talento emergente: il peso welter, Vergil Ortiz. Una decisione che non è andata ovviamente giù a Garcia che ha polemizzato sui social.

“Non siamo riusciti ad accordarci. Sono sicuro che ovviamente il suo consigliere non è stato buono”, ha precisato l’ex Golden Boy. “Sarebbe stato un evento meraviglioso. Non vedevo davvero l’ora di farlo. Vedremo adesso quando combatterà di nuovo, a questo punto non lo sappiamo. Abbiamo firmato l’affare più ricco mai avuto da nessun altro tipo di prospect nel pugilato. Il suo avvocato, Lupe, ha fatto questo accordo e ora Lupe stesso non è soddisfatto di quello che hanno negoziato? Non ha senso per me.

Sfortunatamente i combattenti in questo sport ricevono molti cattivi consigli. Questo è il punto. Forse da chi ha secondi fini. Stanno iniziando a circolare voci su alcune persone che cercano di portarci via i pugili, il che va bene, perché alla fine siamo protetti con i contratti, quindi non c’è nessun problema. Ma quando hai un top prospect come Ryan Garcia, chiunque ed anche la loro madri cercheranno di portartelo via perché ti fa fare il salto di qualità. Ma proprio per questo motivo lo paghiamo di conseguenza”.

Detto questo però, De La Hoya è ancora ugualmente propenso a portare la punta di diamante della sua scuderia verso la sfida che voleva: “Garcia e Linares battibeccano su Twitter e Instagram, e in realtà questo non fa altro che costuire questa sfida. Quando riusciremo a mettere insieme quell’incontro, sarà uno di quei match che non vorresti perderti. Questo è quello di cui sto discutendo con Ryan. È così popolare. Non sappiamo quanto grande possa essere ancora sul ring”, ha proseguito.

“Ho visto Linares allenarsi l’altro giorno, mi ha inviato il video e sembra una macchina. Sembra incredibile. Quindi, quando guardo ad una sfida tra Ryan e Linares, vedo una sfida che mi preoccupa. Dovrei mettere Ryan con Linares proprio ora e buttarlo tra i leoni? …Dobbiamo fare il nostro lavoro come promoter e assicurarci di abbinarlo alla perfezione con ragazzi come Linares, con ragazzi che lo porterebbero al livello successivo e che potrebbero persino batterlo”.

 

De La Hoya: “Torneremo con il futuro della boxe Vergil Ortiz Jr e non con Ryan Garcia!”

Condividi su:
  • 321
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

2 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X