fbpx

DAZN, 40 milioni sul piatto per Wladimir Klitschko

Condividi su:
  • 67
  •  
  •  
  •  

Un’offerta ad otto cifre anche per il quasi quarantatreenne Wladimir  Klitschko. Questo quello che, tra i tanti onerosi accordi lanciati qua e là per accaparrarsi tutti i migliori top fighter, il nuovo canale televisivo DAZN cerca di chiudere anche con l’ex campione ucraino. Sul piatto un contratto da 40 milioni di dollari per il suo ritorno.

La reale considerazione da parte del gigante di Kiev di uscita dalla pensione una voce fondata che gira già da gennaio. Ma adesso la definizione dei punti salienti del contratto di DAZN potrebbero aprire le porte a tutti gli effetti a questa possibilità.

L’accordo prevede, come già precedentemente accennato, che Klitschko abbia tre match. Il primo in Germania contro un avversario tra quelli nella lista dei top ten del mondo ed il secondo e il terzo al Wembley Stadium di Londra contro i due pugili britannici, il campione unificato WBA, IBF e WBO dei pesi massimi Anthony Joshua e l’imbattuto “Gipsy King” Tyson Fury.

Una clausola del contratto recita anche però che averebbe il successivo match solo in caso di vittoria nel precedente e oltre ai 40 milioni riceverebbe una percentuale delle entrate derivanti dai diritti di trasmissione nella seconda e terza sfida.

Se Klitschko raggiunge l’accordo, DAZN terrà poi i colloqui con ESPN per trasmettere l’eventuale match contro Tyson Fury. È anche noto che tutti e tre gli incontri potrebbero aver luogo già nel 2019, a maggio, settembre e dicembre e che se Klitschko li vincesse tutti, gli sarebbe offerto di diventare ambasciatore DAZN.

Considerato uno dei più grandi della storia del pugilato, con ben 53 vittorie prima del limite sulle 64 totali ed il record di uno dei più longevi regni incontrastati dei massimi: con le sue ventitre difese l’ucraino è infatti il pugile che ha più volte messo in palio i titoli, alle spalle solamente di Joe Louis. Una eccelsa carriera chiusa con le due sconfitte consecutive, le prime dopo 11 anni e mezzo, proprio per mano dei due fuoriclasse britannici.

Dunque questo una spinta per riprovarci oppure per conservare il proprio status? DAZN sarà davvero in grado di convincere l’icona dei massimi a suon di soldi?

Supportaci :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X