fbpx

David Benavidez vuole Andrade: “Non mi fermerò perché non vogliono sfidarmi”

Questa primavera David Benavidez dovrebbe affrontare David Lemieux in un match che sarà valevole per il titolo WBC ad Interim dei super medi.

Visto che al momento la sfida tarda ad essere ufficializzata, il pugile statunitense ha già pensato di intavolare una trattativa con Demetrius Andrade, campione mondiale WBO dei pesi medi, che al momento medita di debuttare nelle 168 libbre.

Andrade è un altro grande combattente. Se non posso ottenere altri match blasonati. Ha espresso che vorrebbe combattere contro di me. Quindi sarei onorato di combattere contro di lui, quindi perché non farlo accadere. Voglio sfidare me stesso. Sono stanco di parlare e dare avanti con trattative e chiacchiere inutili. È una perdita di tempo. È uno spreco di energia. Se un pugile vuole combattere, io sono qui. Non sono qui per parlare sui social media con tutti.”

Il venticinquenne Benavidez è diventato campione del mondo nel 2017 quando ha battuto Ronald Gavril. Pochi mesi dopo ha vinto il suo secondo incontro contro Gavril nel 2018. A seguito di un controllo anti-doping post match, Benavidez è stato spogliato del suo titolo perché positivo allo benzoylecgonine, l’ingrediente chiave della cocaina.

Dopo aver scontato la squalifica, ha riguadagnato il trono di campione WBC, battendo Anthony Dirrell nel 2019, titolo nuovamente sospeso quando non è riuscito a mantenere il peso nel 2020 nella sua sfida contro Roamer Alexis Angulo.

A seguito di questo nuovo stop, Benavidez è stato prima ammaliato da una possibile sfida con Canelo Alvarez. Lo staff della superstar messicana ha prima provato una trattativa per poi chiudere un accordo con Callum Smith, cosa che ha costretto Benavidez a optare su avversari di un calibro notevolmente minori  come Ronald Ellis e Kyrone Davis.

Andrade potrebbe essere il profilo giusto per rilanciare la carriera del pugile statunitense. Benavidez ha dichiarato:   “Mi sento come Andrade, è anche lui un pugile che viene evitato. E’ stato costretto a muoversi perché non ha avuto nessuno che potesse sfidarlo. Quindi sono sicuro che avrà la stessa voglia che ho io di salire sul ring. 

Sono fiducioso di poter vincere la sfida. Potrebbe essere una grande battaglia. Sono qui per fare i match che i fan vogliono vedere . Non metterò la mia carriera in pausa perché non vogliono battersi con me.”

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X