fbpx

Danny Garcia: “Sono pronto alla sfida con Pacquiao. So come infastidirlo”

Danny “Swift” Garcia (35-2, 21KO) non si aspettava la vittoria di Manny “Pac-Man” Pacquiao (62-7-2, 39KO) contro Keith “One Time” Thurman (29-1, 22KO). L’ex campione mondiale dei superleggeri e dei welter, ha dichiarato di voler affrontare il fuoriclasse filippino.

“Pensavo di doverlo affrontare già questa volta – ha dichiarato Garcia durante l’ultimo episodio di ‘The PBC Podcast’ – da quel che sapevo io, avrei dovuto sfidarlo il giorno in cui ha affrontato Keith Thurman. Ma vediamo, io sono pronto”.

Tuttavia, molto probabilmente, a Pacquiao verrà offerto il vincitore del match del 28 settembre, che vedrà opposti sul ring dello Staples Center di Los Angeles, Errol Spence (25-0, 21KO) e Shawn Porter (30-2-1, 17KO). Anche se Freddie Roach, trainer di Pac-Man, ha dichiarato che qualora venisse proposto Spence al suo assistito, ci penserebbe su prima di firmare il contratto.

Tutto questo potrebbe dare un’opportunità a Garcia, che potrebbe entrare nei giochi presumibilmente a gennaio, ovvero, quando l’attuale campione WBA dei weter sarà disponibile per un altro combattimento.

“Se guardate la sua carriera (di Pacquiao, ndr) ha avuto in passato dei problemi con degli avversari dotati di grande potenza nei pugni”, ha detto Swift. “Ed è proprio questa la cosa fondamentale, uno dei punti di forza del mio pugilato. Sono dotato di una buona potenza in entrambe le mani e di un buon tempismo. Credo che queste siano delle cose che daranno fastidio a Manny Pacquiao. Quindi, penso che sarò un grande incontro per me”.

Garcia non avrebbe mai pensato ad una vittoria di Pac-Man sul dieci anni più giovane Thurman. Il pugile di origini portoricane ha speso parole di elogio verso il filippino, definito “una leggenda”.

“Sapevo che Manny era una leggenda, ho sempre saputo che era in grado di combattere. Tuttavia, non mi sarei mai aspettato una vittoria contro Keith Thurman. Non riuscivo a pensare che fosse in grado di colpire un ragazzo più giovane, più forte e fresco di lui. Ma la leggenda ha dimostrato che tutti noi ci sbagliavamo”.

Condividi su:
  • 51
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X