fbpx

La WBO ordina Crawford vs Porter: 30 giorni per trovare un accordo!

Una gran bella notizia per gli appassionati di pugilato ed in particolare per gli amanti della categoria dei pesi welter è stata recentemente resa pubblica in seguito a una comunicazione formale emessa dalla World Boxing Organization. La federazione con sede a Porto Rico ha infatti inviato una lettera agli enti promozionali che curano gli interessi di Terence Crawford e Shawn Porter, ovvero la Top Rank e la TGB Promotions, per informarli di aver ordinato l’inizio delle negoziazioni per una sfida titolata tra i due pugili.

Questo un estratto del testo della missiva a firma Luis Batista Salas, fondatore della WBO e attualmente Presidente del comitato federale che si occupa dei campionati:

“Prendete cortesemente nota del fatto che le parti hanno trenta (30) giorni dall’emissione di questa comunicazione per negoziare e raggiungere un accordo per il soprammenzionato campionato mondiale WBO dei pesi welter. Se un accordo non verrà raggiunto entro i tempi stabiliti, verrà sancita un’asta come previsto dalle regole per i campionati mondiali WBO”.

I due team avranno dunque tempo fino al 20 agosto per accordarsi sui termini della sfida. Teoricamente Crawford potrebbe chiedere un rinvio per disputare prima una difesa volontaria, ma è molto probabile che tale richiesta gli verrebbe negata dato che la sua ultima difesa obbligatoria risale all’ormai lontano dicembre del 2019, quando mise KO lo sfidante ufficiale Egidijus Kavaliauskas in nove riprese.

Qualora il match andasse in porto, Terence Crawford potrà finalmente scrollarsi di dosso le critiche che da qualche tempo lo hanno investito per il livello non trascendentale dei suoi ultimi avversari. Dopo essersi fatto brillantemente strada nelle classifiche P4P nel corso della prima parte di carriera, con successi roboanti conseguiti nelle categorie dei leggeri e dei superleggeri infatti, il talentuoso pugile americano ha fatto fatica, dopo il suo passaggio nei pesi welter, a trovare rivali all’altezza della sua reputazione. Battere Shawn Porter in maniera convincente quindi, tenendo conto della reputazione che “Showtime” si è costruito nel corso degli anni, darebbe finalmente a Crawford una consacrazione che nelle 147 libbre non è ancora arrivata.

Certo domare l’aggressivo fighter nato in Ohio non sarà facile. Porter è dotato di un’aggressività senza pari, di una mascella granitica e di un ritmo indemoniato, caratteristiche con cui ha messo in grossa difficoltà tutti gli avversari che gli sono stati messi di fronte, compresi quelli che sono riusciti a spuntarla su di lui, ovvero Kell Brook, Keith Thurman ed Errol Spence, emersi vincitori non senza sudare le proverbiali sette camicie. Attualmente l’atleta americano detiene il titolo Silver della WBC vinto lo scorso 22 agosto togliendo l’imbattibilità al tedesco Sebastian Formella ed è quindi inattivo da quasi un anno.

Non resta che attendere l’esito delle trattative sperando di assistere quanto prima a quest’affascinante confronto che ci direbbe di più sulle reali gerarchie della categoria dei welter.

Pacquiao inizia il training camp per Spence. Roach sbalordito dalle sue condizioni

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X