fbpx

Pugili turchi positivi al coronavirus dopo Londra: “Il risultato dell’irresponsabilità del CIO”

Il Comitato Olimpico Internazionale è al centro del mirino in seguito alla recente notizia dei risultati positivi al coronavirus di due pugili turchi e uno degli allenatori della squadra: l’accusa quella di grave irrespondabilità da parte dell’organizzazione visto che i tre hanno contratto il virus durante la permanenza in terra britannica per il torneo di qualificazioni europee per le Olimpiadi di Tokio.

“Mentre il mondo stava adottando misure estreme per far fronte al virus, sono sconcertato dal fatto che una task force del CIO e il governo britannico abbiano consentito l’avvio del torneo anche se molti di noi avevano preoccupazioni e quasi tutti gli altri sport avevano interrotto le attività”, ha dichiarato il presidente della Turkish Boxing Federation che è anche vicepresidente della European Boxing Confederation, Eyup Gozgec.

La nazionale turca di boxe è arrivata a Sheffield il 3 marzo per iniziare il campo di allenamento di preparazione alla competizione e si è poi trasferita l’11 marzo a Londra per attendere l’avvio delle qualificazioni, così come hanno fatto tutte le altre squadre. Le gare, per loro come per tutti, sono andate avanti per soli tre giorni dal 14 al 16 marzo, dopodichè il CIO ha interrotto il torneo e l’indomani tutti i membri dei vari team sono tornati a casa e sono stati messi in quarantena. Qualcuno poi ha avuto dei sintomi.

“Sfortunatamente, due dei nostri atleti e il nostro capo allenatore turco sono risultati positivi al nuovo tipo di Coronavirus Covid-19 dopo il ritorno in Turchia da Londra. Tutti loro sono sotto trattamento ora e per fortuna sono in buone condizioni. Questo è il disastroso risultato dell’irresponsabilità dei membri del CIO! Questo virus esiste da dicembre 2019. Pertanto, è inevitabile chiedersi perché l’evento europeo di qualificazione non è stato rinviato prima che iniziasse? Non hanno considerato la salute di nessuno, il che li ha portati a organizzare questo orribile evento!”.

Condividi su:
  • 244
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X