fbpx

Conwell torna dopo la morte di Day: “Questa vittoria non è solo per me stesso”

Charles Conwell torna con una vittoria dopo il triste epilogo contro Patrick Day.

Lo scorso sabato sera, il giovane 21enne di Cleveland, che rappresentò gli Stati Uniti alle Olimpiadi del 2016, ha calcato nuovamente il ring dopo il duro colpo del suo ultimo match: la tragica morte del suo avversario. Circa quattro mesi fa, esattamente il 16 ottobre 2019 difatti, il pugile superwelter Patrick Day ha perso la vita dopo esser caduto in coma in seguito al trauma cerebrale riportato quattro giorni prima nel match contro Conwell che gli aveva fatto perdere conoscenza. Certamente una ferita che si portava silenziosamente da prima e che il colpo di quest’ultimo ha fatto emergere in maniera drammatica.

Da quell’episodio Charles è stato molto segnato, tanto da pensare anche a un ritiro. Il turbinio attorno a lui in un primo momento lo ha travolto drasticamente. Ma la boxe stessa lo ha aiutato a risollevarsi: “Quando provi qualcosa di così brutto, non vuoi che accada di nuovo, né che accada a nessun altro. Quindi ci pensi, e ti chiedi, ‘Dovrei fare questo [sport]?’ oppure ‘Dovrei continuare a farlo?’, e altre cose simili.

Sono uscito definitivamente da Internet per un po’, dopo che sono successe tutte queste cose. C’erano un sacco di persone pazze che parlavano in vari modi – positivi e negativi – ma volevo mantenere la mia mente libera. E mi sono allontanato da quel tipo di cose”, le sue parole a ESPN.

Una lettera aperta a Day e al suo team lo hanno aiutato ad affrontare la terribile situazione e dopo circa un mese di riposo Conwell ha provato a tornare al lavoro, ed è lì che ha trovato conforto: “Il pugilato mi ha fatto sentire meglio, andare in palestra e allenarmi, colpire il sacco. È la mia essenza, quindi è stato più confortante di ogni altra cosa”.

Dunque poi al Civic Center di Hammond lo scorso weekend è tornato a combattere e a vincere, sconfiggendo al quinto round il mancino messicano Ramses Agaton. L’incontro ha fatto parte volutamente di un piccolo show di club senza coinvogimento di grandi reti.

“Dopo tutto quello che è successo, abbiamo sentito che meritava una sorta di situazione di non pressione per scoprire se sarebbe stato influenzato in qualche modo. Si preoccupa davvero delle sue emozioni”, ha dichiarato il suo manager, David McWater.

Dopo la sua vittoria, Conwell ha ammesso che è contento ed anche sollevato: “Non solo per me, ma per molte persone che pensavano che non potessi continuare. Quindi questa vittoria non è solo per me stesso, ma anche per le persone intorno a me, per i miei fan e le persone che mi conoscono, è per tutti loro. Quest’anno, voglio dimostrare molto, voglio fare molto, dimostrare di essere uno dei migliori. Starò in palestra, continuerò a lavorare, migliorerò ogni giorno, non mi prenderò più nessuna pausa. Diventerò un campione anche per Patrick”.

Il suo prossimo appuntamento sarà il 10 aprile in un evento trasmesso su Showtime, secondo McWater.

 

 

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X