fbpx

Conlan si vendica di Nikitin dominandolo ai punti

Questa volta, i giudici hanno dato a Michael Conlan (13-0-0, 7 KO) la meritata vittoria.

Il prospect imbattuto dei pesi piuma ha sconfitto il pugile russo Vladimir Nikitin (3-1-0, 0 KO). I due si affrontarono alle Olimpiadi di Rio nel 2016, con il russo che riuscì a spuntarla tra le polemiche degli addetti ai lavori e dello stesso Conlan che inveì contro i giudici al verdetto. A differenza di quella volta, ieri il pugile irlandese si è aggiudicato l’incontro al termine delle dieci riprese previste per decisione unanime. I cartellini ufficiali dei giudici sono stati i seguenti: 100-90, 99-91, 98-92.

I due dovevano affrontarsi il 3 agosto al Falls Park di Belfast, tuttavia un infortunio ha impedito a Nikitin di prendere parte alla contesa. Cosi il match è stato rinviato, e ieri sera ha arricchito la foltissima undercard della riunione che vedeva Terence Crawford ed Egidjius Kavaliauskas protagonisti.

Il 28enne Conlan ha ottenuto dunque la sua tredicesima vittoria in tredici incontri disputati mentre il 29enne Nikitin ha perso per la prima volta in carriera. È stata anche la prima volta in carriera che il russo ha affrontato le dieci riprese.

Conlan è partito con un’impostazione da mancino sin dal primo round, che si è rivelata una lunga fase di studio, con un solo colpo a segno di Conlan.  Pochi colpi anche durante la seconda ripresa che si è conclusa senza troppe emozioni.

Il match si è infiammato al terzo round quando con una sfuriata Conlan ha provato a fiaccare la resistenza del suo avversario che ha reagito attaccando a testa bassa e portando colpi larghi.

Episodio controverso durante la quarta ripresa quando Nikitin, non sentendo lo stop dell’arbitro, ha colpito più volte Conlan allo scadere della frazione. L’arbitro Dock lo ha redarguito in maniera molto veemente sia sul momento che appena conclusa la ripresa.

Nikitin ha messo a segno tre destri al volto di Conlan all’inizio del quinto round. L’irlandese ha però risposto subito con una serie di colpi al corpo.

Dopo una sesta ripresa impalpabile, una serie di colpi di Nikitin ha infiammato la settima frazione. Il russo ha alzato per un attimo il ritmo, trovando Conlan molto reattivo e pronto a rispondere con combinazioni potenti e veloci.

Conlan e Nikitin hanno iniziato a scambiare selvaggiamente con poco meno di un minuto rimasto nell’ottavo round. Il loro scambio ha stimolato la folla e spinto un Conlan euforico a sollevare le braccia verso i fan dopo la fine della ripresa.

Conlan ha continuato a costruire nel nono round sullo slancio di quello precedente e all’inizio del decimo è chiaro che Conlan si sta per vendicare della suddetta sconfitta olimpica. Conlan ha continuato a lavorare e infine si è imposto meritatamente sull’ostico Nikitin.

 

Condividi su:
  • 97
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X