fbpx
Featured Video Play Icon

Shields: “Sono pronta a iniziare il 2020 con un KO e a battere Lomachenko”

La campionessa del mondo Claressa Shields non vede l’ora di battere Vasiliy Lomachenko.

Professionista dal 2016, dopo aver portato a casa due ori olimpici a Londra 2012 e Rio de Janeiro 2016, la T-Rex di Flint in nove incontri ha già conquistato titoli mondiali in due divisioni di peso e sia appresta a tentare, con il suo decimo match, l’assalto nella terza categoria.

Nel 2017 la Shields si è laureata campionessa WBC e IBF dei supermedi, nel 2018 ha iniziato invece la scalata nei pesi medi vincendo le cinture WBA e IBF, fino diventare nel 2019 la regina assoluta delle 160 libbre conquistando tutte e quattro le cinture. Il 10 gennaio all’Ocean Resort Casino di Atlantic City, si contenderà con la croata Ivana Habazin i titoli WBC e WBO vacanti dei superwelter. Un incontro che sarebbe dovuto andare in scena lo scorso 5 ottobre ma che l’increscioso episodio accaduto durante la cerimonia del peso all’allenatore della pugile croata James Ali Bashir, aggredito di sorpresa e ricoverato d’urgenza, ha annullato e rimandato ad ora.

Salta la sfida tra la Shields e la Habazin. Bashir aggredito durante il peso!

“Sono super eccitata. Lo scorso anno ho avuto una battuta d’arresto e sono pronta a iniziare il 2020 con un knockout. L’anno scorso mi sono slogata il ginocchio, la sfida è stata riprogrammata a causa dell’incidente durante il peso, ma ora siamo qui nel 2020. Sarò il main event su Showtime, quindi sono pronta a far suonare il nuovo anno con il botto”.

Questo incontro offrirà alla 24enne statunitense l’opportunità di battere il record detenuto da Vasiliy Lomachenko e sfondere un altro muro per la boxe femminile: diventerebbe difatti campionessa di tre divisioni con meno incontri del fuoriclasse ucraino.

“Farebbe ancora più storia per noi e dimostrerebbe che le donne possono fare ciò che fanno gli uomini e che possono farlo persino meglio. Lomachenko detiene il record di esser diventato campione del mondo in tre divisioni in dodici incontri. Io lo farò al decimo e, non solo sarò tre volte campionessa del mondo in tre divisioni, ma lo farò avendo anche l’indiscussione dei medi e con le mie due medaglie d’oro olimpiche. Anche Lomachenko ha due medaglie d’oro e i tre titoli, ma non è indiscusso, ho anche questo oltre lui.

Sto solo dimostrando che le donne sono disposte a raccogliere le sfide, che possono fare quello che fanno gli uomini e far la storia. Sarò in cima a quella lista davanti a Lomachenko e tutti prenderanno di più sul serio la nostra presenza in questo sport. So che non tutte le donne potrebbero essere audaci come me, ma ci sono ragazze in arrivo che non avranno paura di affrontare le sfide. Non vedo davvero l’ora di fare la storia e non vedo l’ora della mia prossima battaglia perché questa è stata la mia prossima battaglia per troppo tempo”.

Condividi su:
  • 90
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X