fbpx

Chisora smentisce il suo allenatore: “Se devo affrontare Wilder, lo farò!”

Sono passate alcune settimane dalla sua ultima sconfitta, la dodicesima patita da professionista, ma nonostante in molti ritengano che Dereck Chisora farebbe bene ad appendere i guantoni al chiodo, il popolarissimo fighter inglese non sembra avere alcuna intenzione di fermarsi. I tre durissimi atterramenti subiti per mano del neozelandese Joseph Parker non hanno infatti incrinato le convinzioni di Dereck, che non soltanto ha intenzione di continuare a combattere, ma vuole anche farlo contro avversari di spessore.

Alcuni giorni fa Eddie Hearn aveva ventilato la possibilità per Chisora di affrontare Deontay Wilder nel prossimo futuro. Il “Bronze Bomber” al momento sta recuperando da un infortunio alla mano che ha richiesto un’operazione chirurgica ma inizia a guardarsi intorno alla ricerca di un rivale per il suo rientro. Secondo il celebre promoter della Matchroom Boxing, nonostante i suoi 38 anni, Chisora avrebbe le carte in regola per mettere Wilder in difficoltà a patto di superare le prime riprese.

L’ipotesi di Hearn aveva generato la dura replica dell’allenatore di Chisora Dave Coldwell, persuaso che al suo pugile servano un paio di combattimenti meno impegnativi prima di salire sul ring con un altro peso massimo di vertice. Dopo tre sconfitte consecutive, una subita per mano di Oleksandr Usyk e due per mano di Parker, il pugile nato nello Zimbawe e trasferitosi nel Regno Unito da adolescente avrebbe infatti bisogno di dar tregua al suo fisico e rimettersi in carreggiata prima di sottoporsi a un nuovo test da brividi.

Chisora tuttavia è ben noto nel mondo della boxe per la sua testardaggine e anche questa volta non sembra avere alcuna intenzione di permettere ad altri di decidere sul suo conto. Parlando a Talk Sport ha infatti dichiarato:

“Sono aperto a qualunque sfida. Io amo combattere. Quello che molte persone non capiscono è che alcuni vogliono avere la percezione di essere dei veri combattenti mettendosi in mostra su Instagram, ma io non sono quel tipo di ragazzo. Forse lo diventerò quando mi sarò ritirato; quando la gente esaminerà la mia carriera voglio poter dire: ‘Sapete una cosa? Io ho affrontato tutti nella mia era’. Non voglio permettere ad altri di prendere decisioni al mio posto, io decido per me stesso e sono felice delle scelte che faccio. Quindi se devo affrontare Deontay Wilder, se devo affrontare chiunque altro, americani compresi, lo farò senza preoccupazioni”.

Professionista dal 2007, Chisora salì alla ribalta siglando convincenti KO sui connazionali Danny Williams e Sam Sexton prima di andare incontro alla prima battuta d’arresto patita ai punti per mano del futuro campione del mondo Tyson Fury. La sfida tra i due prospect in rampa di lancio fu intensa e divertente, con Chisora capace di scuotere il “Gipsy King” nel secondo round prima di essere sopraffatto dalle sfibranti fasi di corpo a corpo imposte da Fury nella seconda metà del combattimento. Da allora “Del Boy”, che ha recentemente mutato il suo soprannome in “War”, si è progressivamente trasformato in una sorta di collaudatore di lusso, battendosi senza timore con i migliori esponenti del panorama mondiale e dando quasi sempre filo da torcere ai suoi avversari pur accumulando un cospicuo numero di sconfitte. Oggi, a 38 anni e con innumerevoli battaglie sul groppone, Chisora sembra essere molto vicino al capolinea del suo percorso sportivo.

Wilder: “Il meglio deve ancora venire. Ho ancora obiettivi in questo sport!”

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X