fbpx

Charlo vince su Hogan alla settima ripresa

Jermall Charlo (30-0, 22 KO)  si riconferma campione mondiale WBC vincendo prima del limite contro lo sfidante irlandese Dennis Hogan.

Ieri sera l’imbattuto campione mondiale dei pesi medi ha stupito il pubblico presente al Barclays Center di Brooklyn. Il pugile texano che appariva già dalla cerimonia del peso fisicamente imponente rispetto al suo sfidante, ha abbattuto due volte l’irlandese prima al quarto round e una al settimo round. In quest’ultima ripresa, un terribile gancio sinistro di Charlo ha fatto crollare Hogan alle corde; quando l’irlandese si rialzato con molta fatica, l’arbitro Charlie Fitch ha interrotto il combattimento.

Prima di sabato sera, Hogan non era mai stato fermato prima del limite in una carriera di otto anni e 31 combattimenti. Le sue prime due sconfitte erano avvenute contro Jack Culcay e Jaime Munguia.

Charlo ha dichiarato a Showtime: “Il mio allenatore, Ronnie Shields, mi ha detto di fermarlo. Appena ho scagliato un colpo forte ho chiuso la contesa.”

“Volevo continuare, ma la decisione dell’arbitro è stata abbastanza giusta”, ha detto Hogan, che è salito a 160 libbre per sfidare Charlo. “Non ho visto arrivare il colpo al secondo knockdown. Stavo cercando di continuare a imbrigliarlo, ma poi, all’improvviso, ero a terra e la sfida era finita. “

Il 34enne Hogan (28-3-1, 7 KO) ha ottenuto un chance per il titolo mondiale di Charlo, grazie alla stupenda prestazione contro Munguia, per il titolo mondiale WBO dei superwelter. Match vinto dal messicano per MD, tra le critiche del pubblico e della stampa.

Il Charlo di Houston ha avuto il controllo completo per sei round sabato sera.

Hogan ha iniziato meglio la prima ripresa quando ha piazzato dei buoni ganci sinistri a metà della frazione ed un altro a circa 15 secondi rimasti nel round di apertura. Dopo una partenza contratta, al secondo round è iniziato il lavoro di Charlo che ha messo a segno degli ottimi colpi sempre potenti e caricati che hanno scosso il suo avversario. Lavoro che è continuato nella terza e quarta ripresa, ed è culminato nell’atterramento con un montante devastante che ha messo giù il pugile irlandese, rialzatosi subito dopo. Quinta e sesta ripresa sono trascorse in maniera analoga alla precedente con Charlo che attaccava, cercando i colpi potenti e caricati che hanno fiaccato la grande mobilità del pugile irlandese.

Alla settima ripresa, motivato dal suo angolo a spingere e a chiudere il match, dopo pochi secondi Charlo ha scagliato un gancio sinistro che ha colpito il suo avversario alla punta del mento. L’arbitro vedendolo insicuro e assente ha deciso che fosse meglio chiudere l’incontro.

 

 

Condividi su:
  • 57
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X