fbpx

Casimero lascia il mondo sotto shock: schianta Tete al terzo round e gli porta via il titolo!

Colpo di scena all’Arena di Birmingham! Il sudafricano Zolani “Last Born” Tete (28-4-0, 21 KO), largamente favorito nei pronostici, è stato messo KO in appena tre round dal filippino John Riel “Quadro Alas” Casimero (29-4-0, 20 KO) che gli ha portato via il Titolo Mondiale WBO dei pesi gallo. Tete era stato costretto ad abbandonare il recente torneo WBSS di categoria per infortunio ed era deciso a sfidare il vincitore Naoya Inoue nel prossimo futuro, ma questa inopinata sconfitta molto probabilmente farà saltare i suoi piani.

Casimero, autentico giramondo, ha già combattuto da professionista in ben nove Paesi diversi oltre alle Filippine ed ha spesso riportato clamorosi successi davanti ai sostenitori del rivale di turno. Proprio il Regno Unito, che in questa circostanza è stato “campo neutro” di battaglia, gli aveva già portato fortuna una volta nel 2016, quando gli spettatori della O2 Arena di Greenwich lo avevano visto schiantare il giovane beniamino locale Charlie Edwards dopo dieci round a senso unico.

Tete dal canto suo era imbattuto dalla bellezza di sette anni e sembrava aver raggiunto una maturità tale da poter affrontare senza timori reverenziali i migliori esponenti mondiali giocandosela alla pari. Aiutato nella sua boxe da un fisico longilineo dalle misure impressionanti, l’elegante mancino sudafricano ha perfezionato negli anni un jab destro ficcante e preciso, una continua mobilità sulle gambe e un pregevole montante sinistro: tre qualità sufficienti a renderlo indigesto a buona parte dei pesi gallo in circolazione.

Ci si aspettava dunque che Tete riuscisse a controllare le intemperanze di un Casimero generoso ma tecnicamente meno dotato e che portasse a casa una confortevole e forse noiosa vittoria ai punti. Il ring ha però decretato ben altro verdetto: dopo due riprese scialbe e prive di eventi significativi, nel giro di una frazione di secondo, come sovente accade nel pugilato, ogni ragionevole previsione è andata a farsi benedire e il match è precipitato di lì a poco verso la sua conclusione inattesa.

Commettendo un incredibile errore da principiante, Tete si è infatti piegato in avanti lasciando la testa scoperta e in bella vista per il suo avversario che ne ha prontamente approfittato per mettere a segno due ganci consecutivi giunti, uno dietro l’altro, alla tempia del sudafricano. I colpi non sono apparsi irresistibili, ma il punto di impatto, nei pressi dell’orecchio, è uno tra i più delicati in assoluto ed infatti il favorito della vigilia si è accasciato al suolo con espressione disorientata. Quanto accaduto in seguito è stato diretta conseguenza dell’episodio scatenante: Tete non ha mai recuperato la lucidità necessaria, è stato messo al tappeto una seconda volta ed infine è stato giustamente fermato dall’arbitro quando non era più in grado di arginare le sfuriate del rivale.

Ennesima vittoria lontano dal Paese natale dunque per il trentenne picchiatore filippino che sette anni e mezzo fa rischiava il linciaggio in Argentina, sommerso da un fitto lancio di oggetti operato dalla folla dopo aver messo KO il locale Luis Alberto Lazarte, e che oggi, in un clima decisamente meno delinquenziale, ha centrato l’ennesima upset grazie alla forza esplosiva dei suoi pugni.

Sorprendente ad ogni modo è stata l’ingenuità di Tete, che nonostante la sua vasta esperienza e il suo talento, ha letteralmente regalato all’avversario la chance decisiva esponendosi ai suoi fendenti quando avrebbe tranquillamente potuto continuare a condurre il match da lontano, forte del vantaggio in altezza e in allungo. Ora i suoi sogni di gloria rischiano di interrompersi bruscamente e chissà che non sia proprio Casimero, dopo aver preso il suo posto nelle gerarchie mondiali, a ottenere l’opportunità succulenta di battersi col fuoriclasse Naoya Inoue nei mesi a venire.

Condividi su:
  • 25
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X