fbpx

Affare fatto: Canelo Alvarez vs Sergey Kovalev il 2 novembre

“La seconda fase della mia carriera va avanti come avevamo pianificato, ed è per questo che stiamo continuando a fare grandi combattimenti, per entrare nei libri di storia del pugilato. Questo è anche il motivo per cui ho deciso di saltare due classi di peso contro uno dei campioni più temuti degli ultimi anni. Kovalev è un pugile pericoloso, ed è naturalmente l’uomo più grande, ma questo è il tipo di sfide e rischi che mi piace correre ed affrontare, ha annunciato Canelo con un comunicato stampa.

Saul Alvarez ha dimostrato di essere disposto ad affrontare i migliori combattenti di questo sport e di non aver paura di farlo. Ha affrontato Floyd Mayweather Jr. all’età di soli 23 anni, poi nei medi ha ingaggiato due sfide contro il campione indiscusso della categoria Gennady Golovkin e nel suo palmares può vantare anche due vittorie contro il talentuoso Erislandy Lara e la leggenda Miguel Cotto.

Adesso il rosso messicano si lancia in un’ennesima grande sfida, che lo vedrà salire di ben due categorie di peso per sfidare il campione dei mediomassimi Sergey Kovalev per il titolo mondiale WBO sabato 2 novembre a Las Vegas, incontro che andrà in diretta su DAZN. Una vittoria di Alvarez sarebbe il suo quarto titolo mondiale in quattro diverse classi di peso.

A maggio, Alvarez ha sconfitto Daniel Jacobs conquistando il titolo IBF dei pesi medi, aggiungendola alle sue cinture WBA e WBC. Dopo quella vittoria si pensava che la Golden Boy, società che rappresenta il messicano, avrebbe intavolato le trattative con Gennady Golovkin per il loro terzo match. Invece il team di Alvarez, rinunciando al titolo IBF e alla relativa difesa obbligatoria con Sergiy Derevyanchenko, ha invece puntato sulla sfida titolata con il pugile russo.

Kovalev ha combattuto il 24 agosto in Russia, difendendo con successo il suo titolo contro Anthony Yarde. Il pugile russo ha sofferto la mobilità e la velocità di Yarde, ma è stato in grado di controllare la sfida. Kovalev ha rischiato durante l’ottavo round, quando lo sfidante inglese ha piazzato un paio di combinazioni al corpo che hanno fatto vacillare il campione.

È stata una ripresa durissima tanto da portare l’allenatore di Kovalev, Buddy McGirt, a dire a Kovalev che se non gli avesse mostrato nulla durante il nono round, avrebbe fermato il combattimento. “The Krusher” è uscito dal momento di crisi, mostrando una prestazione da vero fuoriclasse. Concludendo il match all’undicesimo round, con un devastante diretto sinistro al volto. Ora, Kovalev ha l’opportunità di detronizzare uno dei migliori combattenti da pound for pound al mondo e Canelo di fare la storia.

“Per essere il migliore devi battere i migliori. Ho sempre cercato di combattere contro gli avversari più difficili della mia divisione, ma molti mi hanno schivato per tutta la mia carriera. Canelo voleva affrontarmi ed io sarò pronto il 2 novembre!”, le parole del russo.

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X