fbpx

Arum: “Canelo? Beterbiev sarebbe troppo grosso per lui, non credo sia giusto!”

Affrontare Canelo Alvarez offrirebbe ad Artur Beterbiev la sfida più proficua che potesse mai affrontare nella divisione dei mediomassimi.

Se Alvarez battesse il campione WBO dei mediomassimi Sergey Kovalev il 2 novembre a Las Vegas, sicuramente verrebbe chiesto all’icona messicana di rimanere tra i campioni delle 175 libbre e magari di sfidare Beterbiev.

Canelo è salito di due classi di peso, dai pesi medi ai mediomassimi, per sfidare Kovalev. Non ha mai boxato al di sopra del limite dei pesi supermedi, cioé di 168 libbre, eppure è super favorito dai bookmaker 4 a 1 in questa sfida.

Ma Bob Arum di Top Rank, ente che promuove il fuoriclasse russo, non ritiene che sia un’opzione ragionevole opporlo al suo protetto. Qualunque cosa accada contro Kovalev, il promoter in maniera schietta e sincera considera Alvarez troppo piccolo per poter imbrigliare un pugile del calibro di Beterbiev, che ha uno dei pugni più potenti del pugilato odierno.

Se Kovalev sconfiggesse Alvarez invece, Arum sarebbe molto interessato ad organizzare una sfida con Beterbiev per la riunificazione di tre dei quattro titoli delle 175 lb. Beterbiev in questo momento, dopo aver sconfitto al decimo round Oleksandr Gvozdyk lo scorso venerdì al Liacouras Center della Temple University, detiene le corone IBF e WBC dei mediomassimi e l’obiettivo adesso di sicuro è quello di puntare all’indiscussione di categoria.

“Dobbiamo vedere come andrà a finire il match tra Kovalev e Canelo. Se Kovalev vince, sì, c’è la possibilità per lui di affrontarci. Ma se Canelo vince, non credo sia giusto per lui sfidare un ragazzo così grosso”, le parole di Arum.

Beterbiev tra l’altro, pur avendo la stessa altezza e stazza di Kovalev, è considerato ampiamente un combattente più fresco rispetto al campione WBO. Il Krusher, ormai 36enne, ha perso due sfide prima del limite negli ultimi due anni, una delle quali nell’incontro per il titolo che poi ha rivendicato contro Eleider Alvarez. Mentre Beterbiev è ancora imbattuto con 15 incontri su 15 vinti per KO e l’unica scossa è arrivata contro Callum Johnson, contro il quale ha subito un knockdown ma che ha prontamente superato chiudendo il match a suo favore al quarto round.

Arum preferirebbe dunque avere Kovalev come potenziale avversario di Beterbiev nel 2020: “Kovalev sta incassando un’enorme quantità di soldi per combattere contro Canelo”, ha detto Arum. “Sono lieto che Kovalev stia facendo molti soldi. Sai, sarebbe egoista da parte mia dire che non avrebbe dovuto sfidare Canelo per affrontare prima Beterbiev”.

Condividi su:
  • 107
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X