fbpx

Canelo sulla trilogia con Golovkin: “Dov’è? Cosa ha fatto da quando mi ha affrontato?”

Visto il clamore suscitato dalla spettacolare conclusione della trilogia tra Tyson Fury e Deontay Wilder che ha confermato il Gipsy King in vetta alla categoria dei massimi, molti appassionati non hanno potuto fare a meno di pensare a quanto sarebbe affascinante se anche un’altra accesa rivalità sfociasse in un terzo e decisivo capitolo: quella tra il re delle classifiche P4P Saul “Canelo” Alvarez e il fortissimo picchiatore kazako Gennadiy Golovkin. Tale ipotesi appare oggi piuttosto remota, considerando l’età non più verde di GGG, già 39enne, e il match già calendarizzato che Canelo sosterrà il 6 novembre contro il campione IBF dei supermedi Caleb Plant per la riunificazione totale dei titoli.

Nondimeno, i giornalisti insistono nel porre al messicano domande sul suo avversario più ostico degli ultimi anni, forse proprio perché la maggior parte dei fan è rimasta con la sensazione che lo scontro tra i due fuoriclasse del ring non abbia eletto un vincitore chiaro e definitivo. Il verdetto di parità del primo incontro suscitò infatti vibranti polemiche poiché una fetta considerevole degli addetti ai lavori giudicò la performance di Golovkin più che sufficiente per meritare la vittoria. Il secondo capitolo della saga si svolse invece sul filo di lana, con Alvarez abile nel portarsi in chiaro vantaggio nella fase centrale del match prima di subire la veemente rimonta di GGG nelle ultime riprese e di cavarsela con una risicatissima Majority Decision che non convinse tutti.

Da allora i due pugili hanno percorso strade diverse: mentre Canelo è salito di categoria spingendosi fino ai mediomassimi per poi stabilizzarsi nei supermedi, Golovkin è tornato a cingersi la vita con una cintura iridata dei pesi medi, quella IBF, e non sembra intenzionato a lasciare la sua storica divisione di appartenenza. Al momento per il kakako è all’orizzonte una ricca trasferta in Giappone dove il 31 dicembre dovrebbe affrontare l’idolo locale Ryota Murata, attuale detentore del titolo WBA delle 160 libbre.

Stuzzicato dai giornalisti di ESPN Deportes, Saul Alvarez non ha chiuso le porte a una terza sfida con il fenomenale picchiatore asiatico, ma ci ha tenuto a far notare che quest’ultimo dopo il loro duplice confronto non ha compiuto imprese memorabili. Queste le sue parole:

“Sono pronto a tutto, sono pronto a realizzare i migliori incontri. Voi [giornalisti] vi aggrappate a quella [la sfida per la trilogia]. Sto facendo cose più importanti di lui. Dov’è? Cosa ha fatto da quando mi ha affrontato? Niente. Sto facendo altre cose importanti nella mia carriera. Sto battendo campioni, pugili imbattuti”.

Canelo si è poi soffermato sul suo prossimo impegno dicendo la sua su Caleb Plant:

“Metterò knock out questo ragazzo in meno di otto round. Facile! So cosa devo fare e lo conosco. Quindi, nonostante lui sia un buon combattente, conosco le mie capacità e so che con la mia esperienza avrò la meglio quella notte!”.

Tre è il numero perfetto: 10 appassionanti trilogie!

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

  • Greg

    Secondo me Golovkin ha vinto entrambe gli incontri sopratutto il primo.
    Secondo me Candelo vuole evitare un incontro che oggi sarebbe alto rischio/bassa ricopensa

Rispondi a Greg Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X