fbpx

Canelo su Yildirim: “Mi alleno come fosse la più grande sfida: è la boxe e un pugno può cambiare tutto”

Saul “Canelo” Alvarez (54-1-2, 36KO) tornerà sul ring il prossimo 27 febbraio per affrontare il suo sfidante ufficiale, nominato dal WBC: il supermedio turco Avni Yildirim (21-2-, 12KO). L’incontro avrà luogo nello scenario dell’Hard Rock Stadium di Miami e sarà trasmesso su DAZN. Qualora Canelo dovesse superare con successo l’ostacolo costituito dal “Mr Robot” di Istanbul, con ogni probabilità metterà nel mirino il campione WBO di categoria, Billy Joe Saunders (30-0, 14KO).

Canelo, che difenderà i propri titoli WBC e WBA, si sente chiaramente superiore allo sfidante. Tuttavia, ciò non significa che non stia prendendo sul serio questo match. La squadra di Yildirim, invece, è convinta che la stella messicana stia sottovalutando un avversario che non ha nulla da perdere.

Alvarez, dal canto suo, respinge queste acccuse: “Niente di tutto questo. Mi sento superiore, lo sono rispetto a Yildirim, ma mi sto allenando come se fosse la mia più grande sfida e non lo sto sottovalutando affatto. So che questa è la boxe e un pugno può cambiare tutto. Non è da me sottovalutare nessuno”.

Yildirim, dopo essersi allenato per diverse settimane ad Antalya, in Turchia, volerà questo venerdì in California, dove raggiungerà il suo capo allenatore, Joel Diaz, per completare la preparazione. Il messicano, invece, si sta allenando con il suo storico allenatore, Eddy Reynoso.

Yildirm aspettava questa occasione sin dal febbraio del 2019, ovvero, da quando ha subito una sconfitta contro Anthony Dirrell, uscito vincitore da un incontro sospeso al decimo round per l’aggravarsi di una ferita subita da quest’ultimo appena sopra l’occhio sinistro. Alla lettura dei cartellini, con grande disappunto del turco e di molti adetti ai lavori, i giudici hanno sancito la vittoria per lo statunitense.

Non ho intenzione di negare il fatto che io sia favorito – ha ribadito Canelo – ma la boxe è molto complicata e penso che Yildirim sarà un buon avversario. È un buon pugile e penso che regaleremo al pubblico che parteciperà all’evento quella sera e a coloro che seguiranno la sfida in televisione un match emozionante”.

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X