fbpx

Canelo non combatterà a settembre: il ritorno è posticipato

La Golden Boy Promotions, società che promuove gli incontri di Saul “Canelo” Alvarez (52-1-2, 35KO) e Canelo, hanno preso insieme la decisione strategica di rinviare il classico incontro di rientro a settembre. La motivazione è stata presa per “assicurare l’avversario giusto per rendere giustizia al livello di promozione richiesto per una stella della boxe della sua grandezza“.

Anche se in genere Canelo combatte a maggio o a settembre, ci sono stati dei precedenti nei quali ha combattuto più avanti nel corso dell’anno: nel dicembre del 2018, ad esempio, il rosso messicano è salito sul ring del Madison Square Garden in occasione della vittoria conquistata ai danni di Rocky Fielding, ottenendo così il titolo WBA “regolare” dei pesi supermedi.

Il team di Canelo ha provato a negoziare con i campioni di sigla del WBO, in particolare con il campione dei mediomassimi Sergey Kovalev (che il mese prossimo dovrebbe combattere in Russia contro lo sfidante obbligatorio Anthony Yarde). Ciononostante, la trattativa si è interrotta nel momento in cui l’entourage del russo non è riuscito a trovare un accordo economico per organizzare il combattimento.

Sono stati contattati anche il campione WB dei medi, Demetrius Andrade, e il campione WBO dei superwelter, Jaime Munguia, ma il servizio di streaming DAZN si è mostrato più interessato ad imbastire una trattativa per fare in modo che si realizzasse la trilogia con Gennady Golovkin, che recentemente ha firmato proprio con DAZN. Tuttavia, Canelo non aveva alcun interesse di affrontare per la terza volta il picchiatore kazako, almeno che, come ha sempre sostenuto, non lo avessero voluto i fan.

“Come messicano ho la responsabilità di rappresentare il mio paese, sia a maggio che a settembre – ha dichiarato Canelo – queste sono le mie date. Tuttavia, da campione del mondo in diverse divisioni di peso, sento anche la responsabilità di offrire combattimenti più emozionanti e competitivi possibili. Ecco la ragione per cui, insieme a Golden Boy Promotions, abbiamo deciso di posticipare la data del mio rientro. Tutto questo per il bene dei fan, promuovendo il miglior match possibile contro il miglior avversario possibile”.

 

Condividi su:
  • 15
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X