fbpx

Canelo: “Kovalev non sa perdere. Combatto contro i migliori da quando avevo 15 anni!”

Saul “Canelo” Alvarez ha replicato alle ultime dichiarazioni rilasciate dall’ex campione russo.

Il 2 novembre alla MGM Grand di Las Vegas il rosso messicano è salito sul ring contro Sergey “Krusher” Kovalev, per portarsi a casa l’ennesima vittoria, ma sopratutto il quarto titolo nella quarta categoria di peso, quella dei mediomassimi.

Dopo l’incontro il 36enne di Kopeysk aveva giustificato la sconfitta subita, sostenendo di aver forzato il suo fisico a causa dei ridotti tempi di recupero dopo la prova sostenuta ad agosto contro Anthony Yarde.

Kovalev aveva ammesso in un video postato sui social che a causa del costante allenamento e della dieta metteva in dubbio la sua capacità di battere Canelo, ma che tuttavia il giorno di paga era troppo redditizio per lasciarselo sfuggire. Da quanto riferito difatti, sono finiti sul suo conto 12 milioni di dollari.

Insomma secondo Kovalev, Canelo era avvantaggiato, nonostante fosse salito di due categorie di peso, perché non aveva nulla da perdere e, inoltre, sempre stando alle parole pronunciate dall’ex campione WBO dei mediomassimi, Alvarez ha combattuto sostanzialmente al suo peso naturale.

Ovviamente queste parole non sono piaciute al 29enne di Guadalajara, che ha replicato seccato alle parole del suo ex avversario: “Non sa perdere, è un pessimo sconfitto. Il peso non ha nulla a che fare con la sua sconfitta, tutti combattono con il peso! Una scusa di questo tipo non ha senso“, ha dichiarato Alvarez ad ESPN Deportes.

Canelo non ha risparmiato neanche i media, colpevoli, a suo dire, di prendere le cose fuori dal loro contesto e di non conoscere in modo approfondito la materia di cui si sta parlando, ovvero, la boxe: “I media prendono le cose fuori dal proprio contesto. Se inizi a studiare la boxe, allora puoi dire il tuo punto di vista, dimostrando di sapere di cosa si sta parlando. Non mi ha influenzato per niente, tutti combattono per soldi“.

Per Canelo, inoltre, i media non sarebbero obiettivi quando esprimono i loro giudizi e, così facendo, darebbero informazioni sbagliate alle persone: “Io combatto contro i migliori da quando avevo 15 anni. Quando ho affrontato Lara, io avevo 23 anni e lui 29 o 30. Perché non mi danno credito quando decido di salire di due categorie di peso? Voi (media, ndr), dovete spiegare bene le cose per dare una spiegazione alla gente ed essere obiettivi“.

Condividi su:
  • 303
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X