fbpx

Canelo: “GGG continuerà a parlare di me, ma quella rivalità è finita”

Si appresta a salire di ben due categorie di peso, a sfidare il campione WBO dei mediomassimi Sergey Kovalev e a tentare di far la storia, andando ad agguantare un quarto mondiale mondiale nella quarta categoria di peso. Quel che importa in questo momento alla superstar messicana Saul “Canelo” Alvarez è solo guardare avanti, alla sfida del 2 novembre all’MGM Grand di Las Vegas e a cose per lui sempre più grandi senza guardarsi più indietro.

Eppure tanta gente lo critica, tanta gente continua a chiedergli la rivincita contro Gennady Golovkin nonostante abbiano già combattuto due volte. Il primo match a settembre 2017 finito in pareggio ed il secondo esattamente un anno dopo a settembre 2018, finito a suo favore per Majority Decision e dopo il quale è stato incoronato campione unificato dei pesi medi rompendo il lungo regno del kazako. In moltissimi si aspettavano di vedere un terzo incontro tra di loro a settembre di quest’anno.

DAZN, il servizio streaming che ha accordi esclusivi con entrambi e ha firmato con loro lucrosi contratti, ha fatto del suo meglio per far sì che ciò accadesse, ma Canelo non ha avuto nessun interesse al riguardo, proprio per i nuovi obiettivi che si è posto ed in barba al disappunto di buona parte della gente ha deciso di camminare per la sua strada senza voltarsi.

“Quando un atleta è nel suo più grande momento, ci saranno sempre persone che non saranno d’accordo con quello che fa o persone che non lo supportano, ma è normale, fa parte del gioco per una una persona di successo. Davvero, cerco di non dare troppa importanza alle cose cose negative che si dicono su di me e anzi, le prendo come motivazione, perché a volte la gente giudica senza nemmeno quasi conoscere la boxe, quindi alla fine bisogna prendere le cose che dice senza darci molto peso”, ci ha tenuto a chiarire Canelo a TUDN.

“Per tutte quelle cose che sono state dette su di me dall’allenatore Abel Sanchez, sono molto contento di aver vinto il secondo combattimento con Golovkin, perché questo è ciò che ti dà il potere di chiudere la bocca a tutti quelli che hanno parlato e alla fine è questo quello che vale. GGG continuerà a parlare di me, ma quella rivalità è già finita, per me non presenta alcun tipo di sfida.

Kovalev lo è, è una grande sfida. Nel pugilato, salire di sei chili è davvero molto, quindi potete immaginare che in questo momento è un enorme sfida per me, ma sapete anche che le mie abilità mi renderanno pronto per questo e stiamo facendo una grande preparazione. Sappiamo che possiamo raggiungere questo quarto titolo, e mi sento felice e motivato perché è una grande battaglia dove corro molti rischi ed è quello che mi piace perché è quello che mi farà entra nella storia come un grande”.

Condividi su:
  • 125
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X