fbpx

Canelo dopo la perdita della cintura si scusa con i fan: è frattura con la Golden Boy?

Canelo Alvarez torna a far parlare di sé. L’uomo di punta della Golden Boy Promotion è stato privato della cintura IBF di campione del mondo dei pesi medi, dopo che le trattative per la difesa obbligatoria contro Sergiy Derevyanchenko si sono arenate e non si è giunti ad un accordo con la controparte. Ve ne avevamo parlato qui, ventilando la possibilità di un incontro tra lo stesso Derevyanchenko e Gennady Golovkin.

Nella giornata di venerdì Canelo ha espresso, attraverso i suoi account social ufficiali, tutto il suo disappunto per la decisione dell’International Boxing Federation e per la gestione della Golden Boy: “Sono molto turbato e insieme imbarazzato nei confronti dei miei fan. Specialmente perché non ero a conoscenza dell’accordo siglato dal matchmaker [Roberto Diaz, ndr.] della Golden Boy Promotion”. Il riferimento è alla difesa obbligatoria del titolo.

FACCIAMO CHIAREZZA

Pochi giorni dopo la vittoria contro Daniel Jacobs, in cui Alvarez ha conquistato il titolo IBF, l’ente pugilistico americano, senza grandi formalità, ha ordinato alle parti [Canelo e Dere, ndr.] di aprire i negoziati per la prima difesa del titolo da parte di Canelo. Tempistiche e modalità forse eccessivamente brusche: non un lettera di congratulazioni e di investitura per il nuovo campione, e nemmeno una telefonata. Un po’ quello che già era accaduto con Golovkin, che rinunciò al titolo IBF e che portò poi alla sfida tra Jacobs e Derevyanchenko.

La IBF, con un parziale mea culpa, ha poi reso noto nei giorni successivi che ad Alvarez era stata concessa una finestra di 30 giorni per trovare un accordo per la sfida. Nei programmi della Golden Boy Promotion, però, per una questione di rotazione delle difese, la WBO e la WBA avevano la precedenza, di conseguenza le trattative con la DiBella Entertainment, ente promotore di Derevyanchenko, si sono avviate con colpevole ritardo tanto che si è giunti allo stallo e alla revoca della cintura nei confronti di Canelo.

NUOVI SCENARI

Ora per Derevyanchenko si apre una nuova possibilità di conquistare una cintura mondiale. Un’impresa che, però, potrebbe rivelarsi più difficile del previsto, visto che pare dovrà affrontare Gennady Golovkin, n. 2 della classifica IBF e quindi plausibile co-sfidante al titolo. Le trattative paiono già ben avviate: si parla del 5 ottobre come data della probabile sfida, in quel del Madison Square Garden di New York.

Per Golovkin, l’occasione di tornare a conquistare una cintura mondiale e di rientrare nel giro che conta, dopo la sconfitta contro Alvarez, giudicata per altro ingiusta da buona parte degli addetti ai lavori.

Una vittoria del pugile kazako aprirebbe scenari decisamente interessanti: un’eventuale terza spettacolare sfida contro Canelo oppure una sfida di riunificazione contro il detentore WBO Demetrius Andrade, di cui si è parlato più volte senza mai arrivare a concretizzarla.

Da par suo, Canelo, con le dichiarazioni rilasciante nei confronti della Golden Boy Promotion, sembra aver aperto una breccia in quella che pareva una partnership salda. Il messicano ha manifestato pubblicamente il suo malcontento nei confronti della gestione dell’ente. Le dichiarazioni non fanno che confermare le rivelazioni di Steve Kim, giornalista di ESPN.com, su di una frattura interna tra il pugile e l’organizzazione. Dopo le dichiarazioni di Canelo, la Golden Boy, tramite il presidente Eric Gomez, si è affrettata a manifestare tutto il suo sostegno nei confronti del “bersaglio” di Alvarez, Roberto Diaz: “(Diaz) non ha fatto nulla di male. L’IBF è stata ingiusta nei confronti di Canelo da quando ha vinto il titolo a maggio. Oscar De La Hoya e io sosteniamo al 1000% Roberto”.

Condividi su:
  • 49
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X