fbpx

Le trattative con Plant naufragano del tutto e Canelo chiede Bivol!

La stella messicana Saul “Canelo” Alvarez vorrebbe affrontare il cyborg russo Dmitry Bivol. É ormai certo che al campione WBA “super” , WBO e WBC delle 168 libbre non riuscirà il tentativo di riunificare l’intera divisione per questo autunno. Le trattative con il team del detentore della cintura IBF dei supermedi, lo statunitense Caleb “Sweethands” Plant sembrano essere naufragate del tutto. Il dilungarsi delle tempistiche, durate ormai mesi, per cercare un accordo per la sfida del 18 settembre, aveva lasciato già presagire tale epilogo; negli scorsi giorni poi più di qualche autorevole fonte ha fatto trapelare la notizia confermando quindi il tracollo definitivo dell’affare. I motivi a quanto pare risiederebbero, come al solito, in questioni di natura promozionale e televisiva. I troppi “andirivieni” del contratto e la conseguente situazione di stallo hanno spinto il pugile di Guadalajara a mandare a monte tutto per il momento e a cercarsi un nuovo avversario, vista l’imminenza del fine settimana dell’indipendenza Messicana.

Così il team di Canelo ha contattato quello del pugile nato in Kyrgyzstan. A confermarlo sono arrivate le parole del promoter del campione WBA “super” dei mediomassimi Andrey Ryabinskiy: “C’è stato accenato della sfida, ma non abbiamo raggiunto alcun tipo di accordo. Saremmo interessati all’incontro entro limiti di tempo adeguati, è un ottimo test per Dmitry!”, ha dichiarato a Sky Sports. Dichiarazioni dunque che confermano sì l’interesse anche da parte di Bivol nei confronti di Alvarez, ma che lasciano intendere che probabilmente ci vorrà più tempo prima di vederli uno contro l’altro poichè al russo pare serva maggiore preavviso. Chi sarà quindi il prossimo avversario di Canelo? Per il momento è un mistero, ma ricordiamo che ad essere sempre pronto c’è il suo eterno rivale Gennady Golovkin che qualche settimana fa è stato già contattato da DAZN per sondare il terreno per una terza sfida tra loro in alternativa a quella contro Plant e che si è detto disponibile. D’altro canto Eddie Hearn lo aveva detto, se entro le ultime settimane non avessero trovato l’accordo con l’americano avevano: “Altri due o tre incontri pronti a partire!”. Presto scorpiremo quali sono gli altri.

De La Hoya contro Canelo: “Perchè no? Ha solo potenza e io ho un buon mento!”

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

  • Mario Rossi

    Canelo ha le palle di acciaio. Fossero tutti come lui i campioni.
    Mi dispiace solo che i tifosi di Mayweather considerino ogni pugile battuto da Canelo come battuto anche da Mayweather ma tant’è.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X