fbpx

Canelo made in Japan: spunta una sfida tra Alvarez e Murata in quel di Tokio?

Dopo la vittoria su Sergey Kovalev, si attende di scoprire quale sarà il prossimo passo di Saul Alvarez. Tra tutti i nomi balzati alla cronaca di recente, da Billy Joe Saunders a Callum Smith, passando per Gennady Golovkin e Jermall Charlo, nessuno aveva preso mai in considerazione quello di Ryota Murata. Ed invece, a quanto pare, il campione nipponico è in questo momento in cima alla lista dei desideri.

Tanto che fonti molto vicine a Canelo, hanno rivelato di essere in trattativa, più o meno avanzata, per mettere in atto una sfida tra la superstar messicana e quella giapponese il prossimo 2 maggio al Tokyo Dome nel quartiere di Bunkyo City appunto di Tokio, stadio che consente di ospitare più di 50.000 spettatori.

Un incontro che sarebbe un grande affare sia per il Giappone che per Canelo stesso, che di recente ha rivelato a SI.com: “Ho sempre pensato di voler combattere in tutto il mondo, e Tokyo, il Giappone, erano tra i luoghi principali nella mia mente”.

Questa per il rosso di Guadalajara, dopo cinquantasei incontri da pro in carriera, disputati tra Messico e Stati Uniti, sarebbe la prima uscita fuori dai confini e dunque un’esperienza del tutto nuova. Probabilmente uno dei principali motivi di una scelta del genere, oltre ai lauti guadagni.

Scelta ancora probabile, non ancora del tutto certa, ma che nel frattempo è stata già criticata da Joe Gallagher, allenatore del campione WBA “super” dei supermedi Callum Smith, che, come precedentemente detto, è stato fino ad ora uno degli altri contendenti in lizza menzionati dai media:

“Possiamo tranquillamente affermare che Canelo sta facendo ciò che Floyd Mayweather ha fatto: combatte chi gli piace e tutti fanno quello che dice”, ha dichiarato a Sky Sports il coach britannico.

“Callum sarà esterefatto, come lo sarà Billy Joe. Tutti stavano aspettando il biglietto d’oro ma è andato a Murata. Non credo che di questo ne saranno contenti i messicani. Siamo stati di recente in Messco con Liam e tutti volevano Canelo contro Smith! Anche il popolo messicano dell’Arizona spingeva per questa sfida.

Se questa è la sua scelta, Canelo dovrebbe affrontare un Callum o un Gennadiy Golovkin a settembre! Noi lo vogliamo a Manchester”.

Condividi su:
  • 131
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

  • Pierpaolo

    Alvarez è in grado di suonarle a tutti i pugili dei medi e dei supermedi attuali campioni di sigla. Soltanto nei mediomassimi secondo me soffrirebbe la potenza di pugili come beterbiev e rischierebbe grosso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X