fbpx

Brant: “Murata è un combattente migliore in casa. Io sono bravo ovunque”

Rob Brant (25-1, 17 KO) non è per nulla preoccupato della rivincita del 12 Luglio contro Ryota Murata (14-2, 11 KO) a Osaka in Giappone. Lo scorso Ottobre il pugile statunitense ha vinto contro il nipponico Murata a Las Vegas strappandogli il titolo dei pesi medi WBA “regular” e prevede di ottenere risultati migliori nella rivincita.

Per il campione giapponese non è il primo rematch per la riconquista del titolo: era stato sconfitto in casa nel Maggio 2017 da Hassan N’Dam, ma la maggior parte degli osservatori ha ritenuto che il lottatore di casa avrebbe dovuto mettere in discussione i punteggi sulle schede di valutazione. Nell’Ottobre successivo Murata si è vendicato vincendo alla settima ripresa.

“Sono fiducioso che ci sarà un giudizio molto corretto. Non sono così preoccupato per questo – ha dichiarato Brant – Posso solo preoccuparmi di quale sia il mio lavoro e il mio lavoro è quello di vincere ogni round e trattare ogni round come un combattimento specifico e vincere ogni lotta che ho contro di lui. Questo è il mio obiettivo principale. Tutto il resto è un po’ fuori dal mio controllo, ma so che se faccio correttamente il mio lavoro il giudizio sarà facile da prendere”.

Con questa premessa Brant si aspetta che Murata si esibisca molto meglio davanti ai suoi compatrioti. Egli ritiene che la medaglia d’oro olimpica 2012 sia un combattente migliore in casa e quindi dovrà essere al meglio delle sue prestazioni per batterlo nuovamente.

“Ho sempre pensato che avrebbe tirato fuori le sue capacità solo davanti al suo popolo. Io invece sto dimostrando al resto del mondo che porto con me tutto il mio potenziale ovunque vada. Ci sono alcune cose che proverà sicuramente. Qualsiasi pugile attento come me cerca la stessa cosa: entrare nel corpo e cercare di annullare il jab. Ha intenzione di provare molte combinazioni, ma non credo che avrà successo” ha dichiarato Brant.

A cura di Vittorio Baldari

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X