Boschiero-Ward, un nuovo passo per Devis e non solo

Condividi su:
  • 58
  •  
  •  
  •  

Il 19 maggio di quest’anno, la conquista del titolo EBU-EU dei superpiuma contro il giovane Faroukh Kourbanov ha segnato per il campione trentasettenne veneto Devis Boschiero un varco importante, una grande opportunità per tornare a batter e calpestare nuovamente terreni importanti sulla via di chance titolate di livello.

È di solo qualche mese fa infatti l’entusiasmante notizia dell’imposizione da parte dell’IBF di una sfida valevole come semifinale mondiale ed utile a proiettarsi poi sul campione iridato di categoria Tevin Farmer, contro il francese Guillaume Frenois. Possibilità purtroppo di lì a poco costretta a sfumare per questioni prettamente economiche poiché le trattative per aggiudicarsi il match non vanno a buon fine come sperato, né le condizioni offerte per spostarsi in Francia convenienti.

Un amaro in bocca che ritrova però subito il sapore dolce grazie ad una nuova occasione per “Boom Boom” ed una notevole novità per tutto il pugilato italiano: il sodalizio tra OPI Since 82 e Matchroom Boxing. L’avvento di DAZN ed Eddie Hearn in Italia probabilmente una rivoluzione per i nostri pugili Pro, abituati fino ad ora a ritrovarsi a lottare sempre con i “fondi”, gli “sponsor, e le “tv”.

E la prima tappa, come ormai è già più che noto a tutti, di questa avventura parte da Firenze questo venerdì, con le tre sfide internazionali importanti per i nostri pugili Turchi, Scarpa e Boschiero, accompagnati inoltre da un ricco sottoclou con Fiordigiglio, Natalizi e Tommasone. Per Devis dunque un nuovo passo, quello verso il WBC International Silver, un posto vacante da giocarsi contro il pugile inglese Martin Joseph Ward.

L’atleta britannico è il classico pugile elusivo, molto mobile sulle gambe e rinomato per le sue schivate in fase difensiva. Di contro la sua solidità lascia parecchio a desiderare come testimoniato dagli atterramenti subiti in carriera e dal KO patito ad opera di James Tennyson. Ward soffre dunque la pressione asfissiante e i colpi potenti; il nostro Devis, se vorrà aggiudicarsi il match, dovrà costringere il rivale ad una guerra ravvicinata, senza dargli la possibilità di disputare un match di fioretto. In questo senso, il suo ultimo incontro titolato lascia ben sperare. Sfida difficile ma possibile.

Supportaci :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X