fbpx

Arum: “Lomachenko sta per tornare negli Stati Uniti per Lopez”

Anche l’organizzazione degli spettacoli della grande boxe forse inizia a rimettersi in moto. Bob Arum ha rivelato che finalmente la stella ucrainia, Vasiliy Lomachenko avrà modo di raggiungere gli Stati Uniti e dunque potrà in qualche modo perseguire i propri impegni agonistici.

Il campione WBA, WBO e WBC “franchise” dei pesi leggeri, come più che noto, avrebbe dovuto affrontare il detentore della cintira IBF di categoria, Teofimo Lopez in una sfida valevole come riunificazione dei titoli e dunque per il trono indiscusso delle 135 libbre. L’incontro sarebbe dovuto andare in scena lo scorso fine settimana, ossia il 30 maggio, al Madison Square Garden di New York e in diretta pay-per-view su ESPN+.

Ovviamente, come tutti gli eventi in programma negli ultimi mesi, anche la sua sfida è stata annullata a causa della pandemia da coronavirus e nel frattempo Lomachenko è tornato a casa in Ucraina per trascorrere il lungo periodo di lockdown con i propri familiari. Finora ad ora questo, viste le restrizioni legate ai viaggi, ha costituito un problema in prospettiva di una data di riprogrammazione, ma il CEO di Top Rank ha dichiarato che Vasiliy rientrerà in America questo mese e che dunque l’ente promozionale sta lavorando per rimettere in piedi la sfida probabilmente a settembre.

Per quanto riguarda i combattenti al di fuori degli Stati Uniti, c’è un limite a quello che possiamo fare”, ha dichiarato Arum a ESPN. “In altre parole, non facciamo volare gli aerei! Non ho alcuna influenza su questa Casa Bianca per quanto riguarda la revoca dei divieti di viaggio, ma dove esiste la volontà, esiste allora anche una soluzione.

E so che Vasiliy Lomachenko, per esempio, arriverà negli Stati Uniti a metà giugno. Non so quando potranno venire gli inglesi. Non so quando arriveranno i canadesi. Questo è quello che è nalle nostre mani ora. Quindi ogni combattente che vuole ritornare e vuole partecipare a questi spettacoli per continuare la sua carriera deve trovare un modo per farlo da solo, con i propri adviser. Noi faciliteremo tutto ciò che possiamo, ma il nostro potere è molto limitato al momento”.

Arum potrebbe portare in scena questa sfida in una grande arena ma davanti a un pubblico limitato di 2.500 persone ben distanziate, forse non è la condizione ideale per un incontro del genere, ma vista la situazione non c’è molto altro che si possa fare e entrambi i combattenti sono pronti ad affrontarsi anche in questo modo.

Arum: “Nessuno dei due vuole altri match: Loma e Lopez si affronteranno anche senza pubblico”

 

Condividi su:
  • 276
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X