fbpx

Arum: “Spingeremo Joshua alla sfida obbligatoria contro Pulev entro l’anno”

Condividi su:
  • 41
  •  
  •  

Bob Arum, lo storico promoter della Top Rank, ha le idee chiare sul futuro di Kubrat Pulev (26-1) e infatti ha tutta l’intenzione di contrapporlo a Anthony Joshua se entrambi i pugili vinceranno i loro prossimi combattimenti.

Il pugile bulgaro è lo sfidante ufficiale al titolo IBF detenuto da Joshua, ma per raggiungere questo obiettivo dovrà prima sbarazzarsi di Bogdan Dinu (18-1) nell’incontro che si terrà stanotte a Costa Mesa in California.

Dinu proviene dalla sua unica sconfitta in carriera inflitta proprio dal prossimo avversario di Joshua, Jarrell Miller (23-0-1), che ha sconfitto il rumeno per KO alla quarta ripresa; Pulev invece proviene da una striscia di sei vittorie, l’ultima delle quali con Hughie Fury (cugino del più celebre Tyson) e ha subito l’unica sconfitta in carriera contro un pugile del calibro di Wladimir Klitschko.

Arum ha dichiarato a riguardo: “Lui è lo sfidante ufficiale IBF al titolo di Anthony Joshua, ma Joshua combatterà il primo di giugno e forse Kubrat dovrà combattere un’altra volta prima di sfidarlo, vedremo. Non è scontato che Pulev batta Dinu, lui ha un buon record ed è un buon pugile, ma se così sarà cercheremo sicuramente di organizzare il match con Joshua entro la fine dell’anno. E a differenza di Mr. Haymon e Deontay Wilder non avremo problemi a fare il match con loro e riconoscergli il lato A nelle trattative, perché sono sicuro che Eddie Hearn sarà onesto e offrirà un ottimo compenso a Pulev.”

Arum che co-promuove Pulev ha detto che non avrebbe problemi a far combattere il suo pugile contro Joshua in un incontro trasmesso su DAZN anche negli USA se l’offerta sarà soddisfacente (Top Rank trasmette i suoi incontri su ESPN, ndr):

“Assolutamente, voglio dire, devi essere stupido per non farlo. Ad esempio i pugili di DAZN combattono su ESPN quando si raggiunge un accordo economico, come nell’incontro tra Crolla e Lomachenko; chiaramente Lomachenko è stato il lato A nella trattativa e per questo combatterà alle nostre condizioni. Adesso nelle trattative tra Joshua e Pulev le parti si invertiranno e ci troveremo nella stessa posizione.”

Pulev avrebbe già dovuto affrontare Joshua nell’ottobre del 2017 al Principality Stadium di Cardiff, ma a meno di due settimane dall’incontro si è dovuto ritirare a causa di un infortunio alla spalla. Arum ha spiegato che l’incontro potrebbe anche farsi questo settembre.

“Se si facesse a settembre questo sarebbe l’ultimo incontro di Pulev prima dello scontro con Joshua, è vero. Il punto è che non vogliamo fare di queste cose una guerra. Dobbiamo essere cooperativi perché è un bene per lo sport. Non stresseremo Eddie con offerte e pressioni a faremo un accordo insieme, come gentiluomini.”

A cura di Emanuele Della Palma

Supportaci :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X