fbpx

Arum sul futuro di Teofimo: “Lopez-Garcia sarebbe un grande match, anche se…”

Lo scorso 17 ottobre, a Las Vegas, Teofimo “El Brooklyn” Lopez (16-0, 12KO) ha stupito il mondo, superando ai punti il fuoriclasse ucraino Vasyl “Hi-Tech” Lomachenko (14-2, 10KO) e unificando tutte le cinture dei pesi leggeri a soli 23 anni, prima volta nella storia della nobile arte nell’epoca delle quattro sigle. Ora nessuno può prevedere il futuro di Lopez che ha già fatto intendere di essere interessato a salire di categoria (dove potrebbe affrontare uno tra Josh Taylor e Jose Ramirez che, con ogni probabilità, si troveranno uno di fronte all’altro nella prima metà del 2021), anche se non è da escludere un potenziale rematch con Lomachenko.

Bob Arum, storico promoter della Top Rank, che promuove sia l’ucraino che lo statunitense, ha rivelato di avere diverse opzioni per il giovane Lopez. Tuttavia, prima di stabilire un percorso specifico, Arum ha fatto sapere di voler ascoltare cosa hanno da dire Lopez e suo padre ed allenatore. “Voglio sentire cosa hanno da dire lui e suo padre prima di dar loro consigli, perché ovviamente bisogna capire in che categoria di peso decideranno di combattere. Questo è fondamentale. Una volta chiarito questo aspetto, mostrerò loro tutte le opzioni. So che vorranno combattere a febbraio.

Il suo sogno è combattere contro il vincitore del match tra Taylor e Ramirez, ma dovrò spiegargli che la prima data possibile potrebbe essere prevista per fine 2021, perché il combattimento andrà in scena in primavera e il vincitore del match sarà obbligato a confrontarsi con Jack Catterall. Entrambi hanno preso questo impegno (di affrontare, in caso di successo, Jack Catterall, che è lo sfidante obbligatorio, ndr)”, ha dichiarato Arum.

Se Lopez decidesse di restare nei leggeri più a lungo, allora Arum lo abbinerebbe a Ryan Garcia, (20, 17KO) qualora quest’ultimo dovesse riuscire ad avere la meglio su Luke Campbell (20-3, 16KO) il prossimo 5 dicembre: “Se Lopez dovesse decidere di difendere le cinture dei leggeri, allora lo vedrei bene con Garcia, nel caso in cui quest’ultimo dovesse imporsi su Campbell. Sarebbe un grande match visto il seguito che ha sui social Garcia e, inoltre, abbiamo un buon rapporto con la Golden Boy”.

Arum ha aggiunto che sarebbe interessato anche ad impostare un combattimento tra Lopez e Gervonta Davis (23-0, 22KO), impegnato sabato sera contro Leo “El Teremoto” Santa Cruz (37-1-1, 19KO), mentre non prevede un grande business dietro a un eventuale match con Devin Haney (24-0, 15KO), che il prossimo 17 novembre sarà impegnato nella difesa del titolo WBC contro Yuriorkis Gamboa (30-3, 18KO).

“Davis è stato promosso abbastanza bene da Floyd Mayweather. Quindi, questo sarebbe un match interessante. Haney, invece, non è molto noto al di fuori degli appassionati più accesi. Sin qui ha combattuto su una piattaforma che non ha raggiunto nessuno. In questo momento, Haney non ha l’appeal di Garcia e Davis.  Lopez potrebbe combattere contro Garcia o Davis su ESPN”.

Infine, non è da scartare l’ipotesi di una difesa contro il portoricano Felix Verdejo (27-1, 17KO). Arum conta di mettere in piedi questo combattimento per il mese di giugno, al Madison Square Garden di New York, nella speranza che nel frattempo le misure anti-covid avranno subito un allentamento. “Questo è un match che speriamo di ottenere. Ora, se dicessi a Lopez di combattere a giugno si ribellerebbe, ma posso convincerlo a combattere prima a febbraio e poi a giugno”.

Lopez esclude una rivincita: “Per quale motivo? L’ho battuto e succederebbe di nuovo!”

Condividi su:
  • 12
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X