fbpx

Andy Ruiz vs Luis Ortiz: vicino il ritorno sul ring… uno contro l’altro.

Andy Ruiz e Luis Ortiz potrebbero tornare sul ring, uno contro l’altro verso metà anno.

Secondo il businessman del pugilato professionistico internazionale Rick Glaser, Premier Boxing Champions è molto interessata a metter in scena questa sfida che potrebbe vedere poi il vincitore avvicinarsi nuovamente ad una chance mondiale. A conferma di questo, alcune fonti molto vicine ai due pugili, hanno suggerito tale intenzione anche da parte del Destroyer di origini messicane e del King Kong cubano. La probabilità che tale incontro avvenga è dunque molto alta:

“Non solo è molto possibile, ma è anche una sfida facile da realizzare, perché i due sono gestiti dalle stesse persone”, ha detto una delle fonti vicine al promoter e ai combattenti riferendosi a Al Haymon e Luis de Cubas.E chi vince potrebbe andare poi alla ricerca del campione del mondo, dunque c’è molto interesse, ha aggiunto un’altra fonte.

Come sappiamo entrambi i pugli vengono fuori da due sconfitte mondiali, entrambi nelle loro rispettive rivincite contro Anthony Joshua e Deontay Wider: Andy Ruiz dopo aver clamorosamente detronizzato il campione britannico a giugno al Madison Square Garden, ha dovuto riconsegnargli le proprie cinture WBO,WBA, IBF e IBO dei pesi massimi lo scorso dicembre sul ring di Diriyah dopo una prestazione per nulla brillante.

Luis Ortiz invece ha affrontato nuovamente il Bronze Bomber per la cintura WBC dopo averlo messo in difficoltà nel 2018, a novembre. La sua performance, a differenza di quella di Ruiz arrivato decisamente fuori forma al suo importantissimo appuntamento, è stata notevole. Ha dominato per tutti i round il match, fino a quando però un devastante diretto destro dell’americano lo ha mandato al tappeto.

Quindi per tutti e due un incontro del genere sarebbe molto significativo: da un lato dopo la brutta figura rimediata in Arabia, Andy avrebbe bisogno di rilanciare la sua carriera pugilistica e vincere contro un valido avversario come Ortiz, sarebbe per lui un buono slancio per ricandidarsi ad una sfida titolata; dall’altro il cubano avrebbe l’opportunità di confermare ancora una volta di essere ancora competitivo nonostante i suoi 40 anni e puntare a realizzare quel suo sogno di diventare il primo cubano professionista campione del mondo.

Condividi su:
  • 577
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X