fbpx

Ruiz: “Sorprenderò di nuovo il mondo. Posso vincere contro tutti, ma dipende da me”

Andy Ruiz è convinto di poter stupire ancora il mondo.

Quando lo scorso anno il “Big Baby” Jarrell Miller “regalò” al “Destroyer” di origini messicane la chance mondiale, facendosi trovare poche settimane prima dell’incontro contro il campione WBA,WBO e IBF, Antony Joshua positivo al doping, nessuno pensava che Ruiz potesse avere alcuna possibilità, se non quella offrire vita facile al britannico che avrebbe sbrigato presto la sua pratica.

Ed invece clamorosamente davanti al pubblico del prestigioso Madison Square Garden di New York, quell’omone non troppo bello nel fisico, riuscì ad infliggere all’adone del ring una dura lezione: AJ, non solo assaggiò per la prima volta il sapore della sconfitta, ma lo fece finendo quattro volte al tappeto e cedendo le sue cinture al rivale prima del limite al settimo round.

Tuttavia poi, la troppa acclamazione, l’euforia del momento e la fama inaspettata hanno fatto perdere di vista a Ruiz l’obiettivo nella loro rivincita di dicembre. Alla Diriyah Arena in Arabia Saudita, difatti, per sua stessa ammissione, Andy si è presentato in scarsa forma e poco allenato, dando così a Joshua la possibilità di gestire in maniera differente, e soprattutto oculata il match, e di riportarsi a casa i titoli.

Dopo la sconfitta, nonostante la consapevolezza di aver avuto in primis egli stesso la colpa di essersi fatto distrarre dai festeggiamenti, Ruiz ha deciso di cambiare allenatore, di separarsi da Manny Robles e di entrare a far parte della “scuderia vincente” del famoso coach messicano, Eddy Reynoso. Da quasi due mesi quindi, è tornato a far sul serio in vista del suo ritorno, previsto probabilmente per settembre contro un avversario ancora da definire.

“Sento di aver deluso la mia gente e di doverla riconquistare. Sorprenderò di nuovo il mondo presentandomi in forma e mostrando tutte le abilità necessarie per stupirlo ancora”, ha dichiarato Ruiz in un’intervista recente durante la quale ha anche espresso i suoi desideri futuri. “Vorrei combattere contro Dillian Whyte e farlo tacere. Sarebbe una sfida incredibile e so di poterla vincere. Vorrei disputare il terzo combattimento contro Anthony Joshua, e poi andare contro Wilder o Fury. Sento di poter vincere contro tutti, ma dipende tutto da me”.

Reynoso: “Sono stato schietto con Ruiz: mi piace la disciplina. Ho qualcosa da proteggere”

Condividi su:
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X