fbpx

Alvarez vs Derevyanchenko: nulla di fatto! Canelo costretto a lasciare l’IBF. Ora tocca a GGG?

Ci hanno provato a negoziare, ma si è concluso tutto con un nulla di fatto. E adesso per Saul “Canelo” Alvarez è tempo di liberare la cintura IBF, senza averla difesa, a soli 3 mesi dalla sua conquista contro Daniel Jacobs.

L’ente come ben sappiamo aveva ordinato al “neo-campione” la difesa obbligatoria contro lo sfidante ufficiale Sergiy Derevyanchenko. E dopo la borse rimandata in prima battuta, le trattative parevano poi quasi essersi concluse con un accordo in dirittura di arrivo per un match previsto per il 26 ottobre alla T-Mobile Arena di Las Vegas. Nonostante un riluttante John Skipper (presidente esecutivo di DAZN) al riguardo inizialmente, che spingeva piuttosto verso le sfide con Gennady Golovkin o Sergey Kovalev, il contendente ucraino alla fine approvato anche dalla rete.

Ma qualcosa è andato storto: i due enti promozionali, DiBella Entertainment e Golden Boy non sono riusciti a trovare il punto d’incontro sulle condizioni economiche tali da poter finalizzare il contratto.

Dunque Canelo non ha altra via d’uscita se non quella di trovarsi costretto a lasciare il titolo vacante, che adesso ancora una volta l’ucraino si ritroverà a giocarsi da co-sfidante, così come successo nel 2018, quando Gennady Golovkin lo preferì a Canelo Alvarez e si dovette giocare il mondiale poi con Jacobs.

In quell’occasione il match non andò come sperato, Derevyanchenko venne sconfitto ai punti dal pugile statunitense per split decision. Questa volta poi si era guadagnato una nuova chance titolata vincendo la semifinale IBF contro Jack Culcay.

Oggi Oscar De La Hoya ha dichiarato: “Siamo estremamente delusi dall’IBF per aver costretto il miglior combattente del mondo a rinunciare al suo titolo mondiale. Abbiamo avuto seri negoziati con il promotore di Sergiy Derevyanchenko. Abbiamo offerto alla sua squadra una quantità di denaro senza precedenti per un combattente del suo basso valore e popolarità limitata, ma la verità è che ora sono certo che non hanno mai avuto alcuna intenzione di fare un accordo. Ma invece hanno voluto costringerci a rinunciare alla cintura di Canelo. Questo è un insulto alla boxe e, soprattutto, un insulto ai fan della boxe del mondo.

Questa decisione convalida le preoccupazioni già esistenti sulla credibilità della cintura IBF. Canelo ha ereditato uno sfidante obbligatorio sconfiggendo Daniel Jacobs, l’uomo che ha battuto Derevyanchenko. Quindi privarlo della cintura senza garantirgli una difesa volontaria prima di una sfida obbligatoria. Con questa decisione hanno insultato i fan della boxe”.

Sfumata la sfida con il messicano, per Sergiy Derevyanchenko si prospetta una contesa mondiale proprio contro l’ex campione Gennady Golovkin. Il kazako dovrebbe tornare sul ring il 5 ottobre, contro un avversario ancora da stabilire. Visto il ruolo di numero due nella classifica IBF potrebbe essere nominato co-sfidante e quindi avere una nuova chance titolata?

 

Condividi su:
  • 27
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X