fbpx

All In per il Buccioni Team. Magnesi Re per una notte.

Condividi su:
  • 211
  •  
  •  

Domenica perfetta per il team della BBT che fa All In a La Nuvola di Roma. Il main event vede brillare Michael Magnesi in soli quattro round. Il veterano Encarnacion si arrende presto alla freschezza del lupo di Cave. El Harraz soffre nel finale ma vince grazie ad una buona gestione nella fase iniziale. Papola passa in prima serie grazie alla conquista del WBC FpI.

Il pugilato Italiano sta alzando l’asticella per tornare grande, e uno dei maggiori interpreti di questa rinascita è Davide Buccioni grazie alle sue riunioni che danno il sapore del pugilato vero in stile americano. È ancora presto per paragonare il centro convegni “La Nuvola” di Euroma 2 al Barclays Center di New York, ma la risposta del pubblico caloroso di Roma è più che gratificante, e l’ampliamento dell’offerta alla diretta TV rimane un ottimo alleato.

Il main event dura poco meno di quattro round. Michael Magnesi piega l’esperto quarantenne Ruddy Encarnacion nei pesi superpiuma e si aggiudica il titolo IBF del Mediterraneo. El Lobo Negro cede ai colpi del romano e abbandona alla fine del quarto round, dopo aver dato lustro alla sua tecnica ed esperienza nelle primissime battute. La freschezza fisica e l’attitudine al KO del ventiquattrenne Magnesi avevano fatto presagire ad una fine anticipata del match, ma l’epilogo è arrivato ancor prima che la stanchezza iniziasse a palesarsi. Le serie di montanti e ganci a corta distanza da parte del padrone di casa hanno fatto si che sulla bilancia delle valutazioni Encarnacion aggiungesse oltre alle ventisette sconfitte in più di settanta match e l’età quasi pensionistica di questo sport, per arrivare alla decisione di fermarsi al quarto round, e forse di appendere definitivamente i guantoni al chiodo. Per Magnesi, dopo aver provato l’esperienza anche nel torneo WSB con il gruppo di Italia Thunder, adesso si candida al titolo Europeo di Categoria.

Il titolo Italiano dei pesi Medi lo conquista Kalil El Harraz grazie ad una ottima gestione del match nelle battute iniziali. Boezio, che contro Geografo aveva mostato un gran carattere, è parso abbastanza stanco e fuori condizioni per cinque round. Il pugliese entra nel match al giro di boa e piazza ottime combinazioni a lunga distanza. Con molta efficienza riesce a recuperare lo svantaggio nei round successivi, ma alla lettura dei cartellini, cede per pochi punti al nuovo campioni Italiano di categoria.

Finisce ai punti anche il trofeo delle cinture WBC FPI nella categoria dei pesi super leggeri. Luca Papola riesce a gestire l’incontro con grande autorevolezza, ma la finale gli ha imposto un osso duro come Ennio Zingaro. Il vincitore del torneo ha staccato il pass per entrare in prima serie.

Vincono anche Forte, Rossetti e Francesco Russo. Mauro Forte si impone ai punti su Dionise Tiganas dopo sei riprese di totale battaglia. Pietro Rossetti, nei pesi welter, vince per KO alla terza ripresa ai danni del ventunenne ucraino Artem Lim, mentre Francesco Russo conquista la sua quarta vittoria consecutiva grazie ad un KO al quinto round su Anton Dyachenko.

Supportaci :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X