fbpx

AJ: “Sarò il primo a mettere alla prova Miller, vediamo quanto vale!”

Condividi su:
  • 60
  •  
  •  

Anthony Joshua ha promesso di mettere alla prova Jarrell “Big Baby” Miller in occasione della loro sfida del 1° giugno, incontro al Madison Square Garden segnerà il debutto americano per AJ. Un match questo che è stato già preceduto da due conferenze stampa molto esilaranti, con i pugili che non si sono risparmiati e che continuano a non farlo.

Le ultime dichirazioni del campione IBF, WBA e WBO ai microfoni di Sky Sport News queste: “Miller è grosso, forte, riesce a scagliare ganci pericolosi e ha un buon ritmo di lavoro, sarà interessante questo incontro: sarò il primo a metterlo davvero alla prova e a permettergli di mostrare se sia realmente bravo o meno. Questa è l’occasione di dimostrare al mondo quanto vale, come dice di valere!

Ma a parte questo, non si tratta solo di un test per Jarrell Miller, ma anche per me. Un match che mi consentirà di perfezionare la mia boxe: potrò lavorare meglio sulla mia difesa, la posizione delle mani, la fluidità dei movimenti e rifinire il mio peso.

E alla fine, punirò Miller. Ho detto che ricostruirò la sua faccia? Bene, è quello che farò sul serio, non vedo l’ora di vedere come sarà la sua faccia alla fine del combattimento.

Poi dopo penso che sarebbe straordinario combattere contro Wilder per il titolo indiscusso, e poi Usyk” .

L’incontro tra Joshua e Miller concluderà le tre settimane che vedrà la divisione dei pesi massimi come protagonisti. Deontay Wilder difende la sua cintura WBC contro Dominic Breazeale il 18 maggio, poi Oleksandr Usyk debutta nella divisione contro Carlos Takam il 25 maggio, entrambi in diretta su Sky Sports.

Le trattative con Wilder continuano ancora a trovarsi nell’etere. Infatti sembra che la situazione economica sia l’unico limite nella trattativa, che potrebbe far spostare il match a fine 2020 visto l’incombere delle difese obbligatorie.

Tuttavia, il mese scorso, il campione WBC dei era ottimista su un possibile match contro Joshua ed ha dichiarato: “Dobbiamo vedere un solo campione, una faccia, un nome. È un grandioso onore essere il campione indiscusso dei pesi massimi. Ci vuole solo collaborazione di tra le persone per farlo accadere. Tutti vogliono vedere il grande match, ma ci sono alcune cose che dobbiamo fare. Ad esempio la sfida con Breazeale è obbligatoria: un combattimento, un passo alla volta”.

Sembra una storia infinita tra Wilder e Joshua, che ormai vivono nell’attesa di questa sfida, passando da sfidante obbligatorio a sfidante obbligatorio, fino a che i due staff non riusciranno a trovare un accordo economico che accontenterebbe sia i fan che i due atleti desiderosi di affrontarsi.

 

Supportaci :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X