fbpx

Abel Sanchez: “Questa volta Golovkin contro Canelo potrebbe farsi male sul serio”

Il celebre allenatore Abel Sanchez teme che il suo ex pupillo Gennadiy Golovkin possa farsi male qualora dovesse affrontare Saul Alvarez per la terza volta. Sanchez è stato al fianco del formidabile picchiatore kazako per una lunghissima parte della sua carriera e lo ha seguito all’angolo in occasione di entrambe le sfide contro la superstar messicana prima che i due si separassero in maniera non del tutto amichevole. Pur avendo lanciato in passato qualche frecciata al suo allievo di un tempo, accusato di ingratitudine, Sanchez non sarebbe tuttavia affatto entusiasta di vederlo travolto sul campo di battaglia, come ha rivelato lui stesso:

“Odierei vedere Gennady prendere parte a quel match, preferirei non vedere l’incontro piuttosto che vedere Gennadiy soccombere non essendo preparato fisicamente e mentalmente”.

Quella della probabile disfatta del kazako in caso di terzo match con Canelo è una convinzione che di recente è stata espressa da molti addetti ai lavori. Pur avendo subito verdetti discutibili nelle prime due sfide secondo la maggioranza degli osservatori, GGG è infatti penalizzato da un’età sempre più alta (38 anni compiuti questo mese) e da un inevitabile logorio dovuto alle tante battaglie sostenute in una carriera fatta di 350 match da dilettante e 42 da professionista. Sanchez si è dunque aggiunto al coro di quanti si aspettano un trionfo schiacciante di Alvarez confidando i suoi pensieri sul tema durante una puntata di The Pug and Copp Boxing Show:

“Questa volta potrebbe far male. Non perché io non sono con lui, ma perché potrebbe farsi male sul serio. Sarebbe molto pericoloso perché parliamo di un ragazzo [Canelo] che è al suo apice e che crede fortemente di poter fare a Gennadiy la stessa cosa che ha fatto a Kovalev: lo ha stanato, ha atteso il momento giusto ed è stato letale”.

Le ultime performance di Golovkin effettivamente non sembrano un buon viatico per un successo in un ipotetico terzo capitolo della saga tra i due storici rivali. Il kazako infatti, da quando ha assunto il nuovo allenatore Johnathon Banks, si è battuto due volte e in entrambi i casi ha suscitato qualche dubbio. Contro il modesto Steve Rolls ha messo a segno un magnifico KO, ma prima di trovare il colpo vincente aveva incassato diversi fendenti apparentemente evitabili. Contro il coriaceo e instancabile Sergiy Derevyanchenko invece, GGG, forse condizionato da una presunta influenza patita nei giorni precedenti, ha dovuto sostenere dodici riprese durissime riconquistando la cintura mondiale IBF dei pesi medi con un verdetto risicato.

Se a settembre Golovkin e Canelo dovessero davvero affrontarsi nuovamente come alcune voci sembrano suggerire, pandemia permettendo, scopriremo se i timori di Abel Sanchez siano fondati.

Condividi su:
  • 251
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X