fbpx

Daniele Reggi: “Sono pronto per il Chiringuito e per correre verso i miei sogni”

Ancora una volta vi ricordiamo il prossimo appuntamento in programma per il nostro Team, pronto a tornare nuovamente sul ring. Il 29 giugno la squadra targata Boxe-Mania composta dai top fighter delle ASD lombarde, sarà protagonista del clou di serata nella manifestazione organizzata dalla Scuola di Pugilato Testudo di Alessio Taverniti al Chiringuito, contro la compagine francese per il terzo appuntamento di stagione.

In queste settimane vi abbiamo fatto conoscere i protagonist: prima il 91kg milanese Federico Minorini (>>> qui la sua intervista), ahinoi purtroppo al momento infortunato, poi l’italo-cingalese 60 Kg Madushaka Ranasinghe (37-6-21) (>>> qui la sua intervista) ed oggi vi presentiamo invece l’elite 81 kg Daniele Raggi di Cernusco sul Naviglio, appartenente proprio alla “Scuola di Pugilato Testudo” del maestro Taverniti.

Il pugilato è uno sport duro, cosa rappresenta per te? Come hai iniziato e che rapporto hai con il tuo maestro?

La boxe per me è tutto ormai, è una passione, uno stile di vita che spero possa trasformarsi in un lavoro in futuro. Uno sport iniziato per caso, dietro il consiglio di un mio amico, ma che poi è stato in grado di farmi scoprire un mondo nuovo e persone nuove. La cosa più importante in tutto questo è il rapporto che si è instaurato con il mio maestro. Prima che il mio allenatore, Alessio è un mio amico, un fratello e addirittura, ora che le cose iniziano a farsi veramente dure, c’è una sfumatura un legame quasi paterno tra lui e me.

Il suo carisma è la motivazione per la mia costanza, acquisita sin dal primo momento e che adesso è parte di me. All’inizio era dura, il grasso che mi portavo dietro rendeva tutto più difficile, l’inesperienza rendeva tutto più doloroso, ma c’era una persona che non volevo deludere, il mio maestro, che mi ha insegnato a fare tutto ciò che era giusto per me.

Il 29 giugno tornerai ad indossare i colori del Boxe Mania Team, contro un ottimo pugile francese. Cosa pensi di questo progetto e della sfida. Sopratutto che sarai tra i match clou della serata del Chiringuito?

Credo nel progetto Boxe Mania Team e so che non sono il solo, non vedo l’ora di combattere contro un avversario valido. È da settembre che non combatto al Chiringuito. Una location che mi permette di esibirmi davanti a tutti i miei amici e familiari, inoltre mi consente di dimostrare ciò che so fare, quello per cui mi alleno tutti i giorni.

Come ti stai preparando alla sfida? E quali sono i tuoi progetti? Un sogno del professionismo?

Sto preparando questa sfida da tanto e con costanza. Il mio metodo è sempre questo: mi pongo un obiettivo e lavoro fino allo sfinimento per riuscire a raggiungerlo. Il professionismo è ormai il mio sogno. Il progetto per cui sto lavorando è allenarmi ed essere pagato per farlo. Avere un contratto con un numero di match garantiti all’anno come in America. Anche se in Italia è una cosa complessa, voglio riuscire a raggiungere questo traguardo!

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X