fbpx

Boxe-Mania Team: buona la prima!

È andato in scena ieri sera presso il Boxe Club Bollate, nel comune omonimo in provincia di Milano, il primo impegno ufficiale del Boxe-Mania Team, la nuova compagine di pugili dilettanti che in un’emozionante successione di appuntamenti sfiderà varie compagini avversarie sotto il patrocinio e il supporto tecnico e organizzativo della nostra redazione. L’evento inaugurale, reso possibile dall’ospitalità e dal supporto del maestro Matteo Salvemini e di suo figlio Marco, ha visto esibirsi i primi quattro esponenti del Team: Alessio De Lorenzis, Franco Andreoli, Gerardo Scalcione e Mohamed “Momo” El Maghraby, preceduti da un ricco e interessante sottoclou.

Il sottoclou

Nel primo dei sei incontri previsti prima della fase culminante della serata la giovanissima quattordicenne Sophia Mazzoni (Ferrara Boxe) ha superato nettamente ai punti Sonia Castelli (Hage Boxing Team) sfoderando una mobilità invidiabile. È stata poi la volta del primo pugile di casa, Valerio Guerrini (Boxe Club Bollate), superato secondo i giudici dal prestante Vivian Mansianga (Master Boxe) al termine di un match equilibratissimo dal verdetto incerto. La tarantina Vitalba Tanzarella (Quero-Chiloiro) ha dato vita a un match intenso ma non è riuscita a superare Valentina Cannistraro (Boxe Vigevano), premiata dalla giuria. Notevole impressione ha destato il diciottenne Nicolò Setaro (Pro Sesto Boxe), capace di imporsi sull’esponente locale Andrea Palumbo (Boxe Club Bollate) grazie a una boxe fantasiosa e spettacolare. Non ha convinto il verdetto decretato dagli ufficiali di gara con cui Iulian Ungureanu (Boxe Montichiari) ha avuto la meglio su Marcello Muccio (Boxe Club Bollate): l’aggressività del pugile ospite è apparsa infatti piuttosto sterile e a nostro avviso non avrebbe meritato di essere premiata. Ottima infine la prestazione con cui Luca Novello (Unione Sportiva Lombarda) si è imposto su Marco Ricchezza (Boxe Rally Auto Crema) neutralizzandone il maggiore allungo.

Boxe-Mania Team

60 kg: Francesco Vulcano (Boxe Academy Sassuolo) batte Alessio De Lorenzis (969 Esposito Boxing – Boxe-Mania Team)

Nell’esordio assoluto del Boxe-Mania Team, il suo primo esponente, il diciannovenne De Lorenzis, non è riuscito a coronare con il successo una performance lodevole e propositiva. Il più esperto Vulcano ha sofferto l’intraprendenza del giovane rivale nell’arco dei primi tre minuti ma nelle successive due riprese è riuscito ad esprimere maggiore concretezza grazie a rischiose schivate effettuate a guardia bassa e a immediati rientri di indubbia efficacia. De Lorenzis non ha allentato la pressione nemmeno per un istante impressionando per coraggio e continuità d’azione ma complice un leggero deficit in termini di potenza rispetto al suo avversario non è riuscito a garantirsi il favore dei giudici.

64 kg: Franco Andreoli (Pro Sesto Boxe – Boxe-Mania Team) batte Antonio Licata (Ferrara Boxe)

La situazione tra le due compagini è tornata immediatamente in parità grazie alla convincente vittoria di Andreoli che, appropriatosi del centro del quadrato sin dalle prime battute, ha azionato il jab sinistro con ritmo incessante, ha tagliato il ring nella maniera più opportuna e ha doppiato occasionalmente i suoi sinistri con diretti destri altrettanto rapidi. Licata dal canto suo ha messo in evidenza un destro piuttosto pesante in grado di produrre danni ma lo ha utilizzato con troppa parsimonia badando eccessivamente alla fase difensiva. Il pugile emiliano di tanto in tanto ha cercato di prendere l’iniziativa ma non è sembrato disporre di una sufficiente rapidità di gambe per trovare la misura. Giusta ed evidente dunque l’affermazione ai punti del determinatissimo Andreoli.

69 kg: Gerardo Scalcione (Gold Academy – Boxe-Mania Team) batte Riccardo Crepaldi (Boxe Ferrara)

Il pugile che più di tutti ha fatto scalpore è stato il ventunenne Scalcione, già protagonista di ben 90 match dilettantistici nonostante la giovane età ma reduce da uno stop di più di due anni. Il suo non è stato certo un rientro morbido: il ventiduenne Crepaldi è salito sul ring con piglio aggressivo e con la ferma intenzione di vincere ma sin dalle prime battute si è trovato in difficoltà al cospetto dello straordinario tempismo del rivale. Scalcione, forte di un maggiore allungo, ha sfoderato frequenti cambi di guardia, riflessi felini e colpi d’incontro fulminei, costringendo così Crepaldi a una condotta prudente ed accorta che inevitabilmente lo ha portato alla sconfitta ai punti.

81 kg: Raffaele Munno (G.S. Carabinieri) batte Mohamed El Maghraby (Boxe Club Bollate – Boxe-Mania Team)

Il match più atteso della serata, ovvero l’affascinante rivincita tra i due finalisti degli ultimi campionati assoluti, ha prodotto lo stesso esito del confronto di dicembre. El Maghraby, incitato a gran voce dal folto pubblico presente al grido di “Momo! Momo!”, ha tenuto il centro del ring per l’intera durata del combattimento ma ha faticato ad alzare i ritmi a causa dell’elusività di Munno, abile nel muoversi lungo le corde per poi scagliare colpi improvvisi e imprevedibili. Il gancio sinistro d’incontro è risultato particolarmente indigesto all’idolo di casa che dopo due round coscienziosi e accorti ha provato ad aumentare l’intensità nella terza ripresa con parziale successo. Lo sforzo non è bastato a convincere i giudici che hanno premiato il pluridecorato Munno assegnandogli la vittoria numero 86 in carriera.

Il filmato dell’intera manifestazione, commentato in diretta da membri della nostra redazione, è visibile sul canale youtube Boxe Mania Tv. Il prossimo appuntamento con il Team, da seguire dal vivo o in streaming, avrà luogo sabato 16 febbraio presso la palestra Testudo di Cernusco sul Naviglio (Milano). Continuate a seguirci per assistere a nuove imperdibili sfide che diano lustro al pugilato italiano!

Condividi su:
  • 38
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X