fbpx

Mayweather in gabbia, sfida accettata

A stare al suo posto proprio non riesce. Floyd il provocatore. Tante le frecciate scambiatosi con Conor negli ultimi mesi sui social. Adesso si fa sul serio.

Dopo aver battuto McGregor nel ” Money Fight” di Las Vegas ad agosto, su terreno proprio, il ring, il Mayweather pugile si è ritirato, imbattuto a quarantuno anni con il record di cinquanta vittorie. Ma adesso a spuntare è il Mayweather fighter.

Il desiderio di rivincita di Conor, dopo una sfida impari a suo sfavore, è fremente. Ha più volte rilanciato il guanto che capovolgesse i ruoli e pareggiasse i conti. Uno contro l’altro nuovamente, ma questa volta in gabbia. “Io mi sono messo in gioco, ora tocca a lui”.

Tra i due l’arringa mediatica da questa dichiarazione in poi non è mai finita. Con Mayweather che ha riportato con forza l’attenzione su di sé, pubblicando post in cui si è mostrato ironicamente in procinto di avvicinarsi alle arti marziali miste, e McGregor che gli ha rimarcato l’invito spingendolo a mettersi realmente alla prova nell’ottagono: guadagnerebbe il suo rispetto e non passerebbe tutto per la solita ed ennesima trovata pubblicitaria del Pretty Boy. Non farlo se lo porterebbe dietro tutta la vita.

E in questa “sfida a distanza” non sarebbe potuto cadere KO Floyd. È passato così ai fatti. Ha ingaggiato il re UFC Tyron Woodley per testare le sue chance nella disciplina sportiva che ha denigrato a lungo e prepararsi al meglio al probabile debutto in gabbia. Si dichiara pronto a chiedere la licenza da fighter qualora tutto andasse a buon fine. La sua attività potrebbe clamorosamente riprendere in questo direzione.

L’ex pugile punta a far sul serio. Sa bene che essere stato un boxer dell’alto livello, non sia sufficiente ad essere competitivo e vincente con garanzia anche in MMA. Con i pugni è già al top, ma serve assolutamente avvicinarsi il più possibile al massimo anche con calci, sottomissioni e atterramenti. Ecco perché Woodley sarà necessario per avere la preparazione adeguata. Tempo sei – otto mesi sono le sue previsioni al debutto.

La sfida non è certa, ma sembra vicina. L’allenamento nell’ottagono è iniziato e il suo wrestling promette già bene. E a giudicare il tutto non sembra proprio che i discorsi su una possibile rivincita con Mc Gregor siano chiusi. Bisognerà attendere di vedere come l’ex pugile uscirà dall’allenamento intensivo con Tyron, anche se secondo il suo “coach” Mayweather non solo ci sta provando, ma si sta anche allenando già per provare a vincere.

Un azzardo? Con Floyd Mayweather mai dire mai.

A parere di Urijah Faber (Hall of Famer dell’UFC ndr) qualche chance di battere McGregor potrebbe averla se sfruttasse la partenza in piedi usando le mani essendo più forte nei pugni. Anche se la condizione di vantaggio in gabbia è momentanea quindi servirebbe saper sfruttare anche il seguito. Cimentarsi in uno sport completamente diverso alla sua età è dura.

Ma con Money Mayweather, nulla è scontato.

Condividi su:
  • 11
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X